Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Barbaricina / Piazzale dello Sport, 1

Bimba morta in piscina: ripescata in acqua priva di conoscenza

La piccola Rachele Medda, stando alle prime testimonianze, si sarebbe sentita male mentre era in acqua. I Carabinieri stanno ricostruendo l'esatta dinamica dei fatti e fino a tarda notte hanno ascoltato chi si trovava in piscina al momento della tragedia

Una lunga e triste giornata quella di ieri. Rachele non c'è più. E' morta in ambulanza mentre i soccorritori la stavano trasportando in ospedale per tentare di salvarle la vita. E invece purtroppo tutto è stato vano. La bambina di cinque anni, che ieri stava partecipando ad un campo estivo organizzato dalla Canottieri Arno, è deceduta dopo un malore che l'ha colpita mentre era in vasca. Le prime testimonianze parlano del piccolo corpicino ripescato privo di sensi dalle istruttrici. Poi ossigeno, massaggio cardiaco e defibrillatore, ma tutto è stato inutile. Rachele Medda, figlia di due medici del reparto di Psichiatria dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana, non è riuscita a riprendersi. L'esatta dinamica dei fatti è comunque al vaglio dei Carabinieri che fino a tarda notte hanno interrogato i testimoni che si trovavano nella piscina comunale di Pisa, nel Piazzale dello Sport.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba morta in piscina: ripescata in acqua priva di conoscenza

PisaToday è in caricamento