Cronaca

Bisteccata 2020 e passaggi di consegne per RT22 Firenze, RT61 Prato e RT76 San Miniato Fucecchio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Nei giorni scorso presso il Ristorante “ Lo Strettoio” a Firenze si è tenuta la Bisteccata organizzata dalla Round Table 22 Firenze , Round Table 61 Prato e Round Table 76 San Miniato Fucecchio . Hanno partecipato oltre 120 persone provenienti da tutta e Italia e non solo anche dalla Danimarca. Oltre alla “Fiorentina” si sono assaporati i valori che contraddistinguono questa associazione, la Round Table , l’amicizia , la voglia di stare insieme e divertirsi aiutando la comunità. Presenti anche l’associazione Trisomia 21 Onlus Firenze , la loro missione è quella di favorire il miglior sviluppo possibile delle persone con sindrome di Down e la loro reale integrazione sociale , progetto benefico sposato dalla Round Table 22 Firenze . Durante la manifestazione è avvenuto anche il passaggio di consegne fra i club per: - La Round Table 22 Firenze fra il presidente uscente Pietro Sidoti ed il presidente entrante Paolo Cosi ; - La Round Table 61 Prato fra il presidente uscente Alessio Polidori ed il presidente entrante Alessandro Mazzetti ; - La Round Table 76 San Miniato Fucecchio fra il presidente uscente Paolo Bartali ed il presidente entrante Matteo Tagliaferri . La RT76 San Miniato Fucecchio ha donato un opera del pittore Marco Puccinelli realizzata per l’occasione al Presidente uscente Paolo Bartali come segno di ringraziamento e stima per il lavoro fatto nell’anno di costituzione del club. Grande soddisfazione per i club organizzatori, i quali ci informano è sempre bello stare insieme, divertendosi e facendo del bene per gli altri. La Round Table è un club, presente a livello internazionale, dedicato a giovani lavoratori, professionisti, dirigenti, uomini d'affari e di cultura che cercano di svolgere al meglio le rispettive attività. Si propone di promuovere l'amicizia e le intese personali tra i propri soci e, soprattutto, iniziative al servizio della collettività, un club di giovani e per i giovani e il motto “Adopt, Adapt, lmprove” (adottare, adattare e migliorare) coglie appieno lo spirito dell’associazione, i cui membri si impegnano e si adoperano in prima persona in ogni iniziativa, cercando costantemente di far tesoro dell’esperienze del passato e di migliorare la propria attività per il presente e il futuro. In Italia si è sviluppata dal 1958 ed esistono ad oggi sul territorio nazionale molti club locali detti "Tavole". Ogni tavola è composta da almeno otto soci detti "Tablers" fino ad un massimo di quaranta, dei quali non più di tre possono esercitare la stessa professione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bisteccata 2020 e passaggi di consegne per RT22 Firenze, RT61 Prato e RT76 San Miniato Fucecchio

PisaToday è in caricamento