rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca

Bomba al Tribunale: rivendicata via web come azione a sostegno dell'anarchico Cospito

L'allarme era scattato giovedì. Le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso due persone incappucciate mentre depositavano l'ordigno accanto al portone del Tribunale

"La notte del 21 febbraio abbiamo collocato un ordigno esplosivo nella porta di servizio del Tribunale di Pisa. Non sappiamo se la deflagrazione sia avvenuta, ma ci teniamo a sottolineare che quest'azione assume un'importanza non da poco: abbiamo dimostrato che è possibile avvicinarsi ai palazzi del potere e colpire". E' stata rivendicata via web come un'azione di solidarietà a sostegno dell'anarchico Alfredo Cospito la bomba artigianale che è stata rinvenuta giovedì scorso da un passante fuori dal palazzo di giustizia della città della Torre.

Il documento di rivendicazione è siglato dal 'Gruppo di Solidarietà Rivoluzionaria - Consegne a domicilio Fai/Fri' ed è accompagnato da un testo sulla nascita della Fai, la Federazione anarchica informale.

Dagli accertamenti effettuati dagli artificieri nell'imminenza del rinvenimento, è emerso che la miccia dell'ordigno artigianale era stata accesa ma si era spenta spontaneamente prima di raggiungere il punto di detonazione, un petardo unito a una bottiglia con liquido infiammabile.

Sulla vicenda sono in corso le indagini della Digos della Questura pisana sotto il coordinamento della Procura. L'attività investigativa si era già rivolta verso un'ipotetica pista anarchica. Le telecamere di videosorveglianza del Tribunale hanno ripreso due persone incappucciate mentre depositavano l'ordigno accanto al portone del Tribunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba al Tribunale: rivendicata via web come azione a sostegno dell'anarchico Cospito

PisaToday è in caricamento