"Bici, che passione!": con il team di La Belle Equipe alla scoperta del 'Bonus'

Dalla fine del lockdown sono molti i pisani che hanno rispolverato il mezzo a due ruote. E per chi cerca qualcosa di moderno e funzionale, c'è il 'Bonus Bici': La Belle Equipe di via Mercanti ci spiega quali sono i modelli più ricercati

Dall'allentamento del lockdown avviato lo scorso 4 maggio, e poi ancor più decisamente con la fine della quarantena scattata il 18 di questo mese, gli italiani hanno riscoperto e rivalutato il legame e la passione per le due ruote. Da Nord a Sud la grande distribuzione e i negozi al dettaglio specializzati nella vendita di biciclette sono stati affollati da persone di tutte le età, desiderose di assicurarsi il 'bolide' con il quale sfrecciare sulle strade durante il tempo libero, per fare attività motoria o per recarsi in ufficio. Del resto, proprio il Governo ha specificato chiaramente, a parole e poi con l'istituzione del 'Bonus Bici', che nei primi mesi successivi all'emergenza Coronavirus gli spostamenti con mezzi propri, meglio se spinti da energia pulita, sono preferibili al trasporto pubblico.

Anche a Pisa la passione per le biciclette è esplosa, favorita dalla bella stagione. Al negozio La Belle Equipe, situato in via Mercanti 23 e 5b (050 9912816/ 050 8937676) e specializzato sia nella vendita che nell'assistenza di cicloamatori e sportivi, l'aumento dell'interesse della clientela è stato sensibile. Lo conferma Yari Spadoni, uno dei titolari del brand che fa anche da sponsor per una formazione dilettantistica di ciclisti e una squadra amatoriale che gira in lungo e in largo il Paese: "Dal 4 maggio il flusso di curiosi, clienti affezionati e nuovi acquirenti è aumentato". A fare da propulsore in questa rinnovata passione per le due ruote c'è sicuramente il 'Bonus Bici' istituito dal Governo.

Tutti i maggiorenni residenti nel Comune di Pisa possono acquistare una bici tradizionale o spinta da un propulsore elettrico (anche monopattini) ricevendo un rimborso statale pari al 60% dell'importo totale pagato al negoziante, con un tetto massimo di 500 euro. "Al momento del pagamento - spiega Spadoni - emettiamo una fattura che il cliente dovrà poi caricare sulla piattaforma online che il Ministero dell'Ambiente sta perfezionando, per avviare l'iter di riscossione del bonus". Spadoni sottolinea che "l'introduzione di questo bonus è stata una lietissima sorpresa anche per noi operatori del settore. Tradizionalmente in Italia i governi hanno appoggiato il mercato automobilistico, facendo perdere all'Italia moltissimo terreno rispetto agli altri Stati europei sul tema della mobilità sostenibile".

La bici è un mezzo versatile e utilizzabile nei più svariati contesti: dai centri storici pedonalizzati come quello pisano, fino alle piste ciclabili extraurbane e ai sentieri montani. "Le persone stanno riscoprendo il piacere di muoversi sui pedali. Lo stiamo percependo quotidianamente: sempre più clienti sono attenti alla qualità nel prodotto che comprano, consapevoli che ad un prezzo leggermente più alto corrispondono maggiore affidabilità e più lunga durata". La Belle Equipe è un rivenditore ufficiale Bianchi, il marchio che più di tutti ha contribuito a costruire il mito del ciclismo su strada in Italia grazie alle gesta di leggende come Coppi, Gimondi, Pantani. "Siamo un negozio monomarca per quanto riguarda le biciclette - commenta Spadoni - una scelta in contrasto con molte altre realtà del settore. Ma abbiamo scelto con convinzione di privilegiare la qualità del made in Italy".

L'azienda di Treviglio mette a disposizione dei clienti una vastissima gamma di mezzi acquistabili grazie al 'Bonus Bici': "Si va dalle biciclette tradizionali, da passeggio, fino alle due ruote più professionali. E dal 2019 hanno debuttato anche le bici spinte dall'elettricità: Bianchi si è dotata di un brevetto esclusivo che consente di acquistare un top di gamma ad un prezzo molto vantaggioso rispetto alla concorrenza". Accanto ai mezzi tradizionali, proprio queste novità stanno riscuotendo gli interessi dei pisani. "Noto un'attenzione sempre più marcata verso la mobilità sostenibile e i propulsori elettrici - commenta Yari Spadoni - dopo un'iniziale diffidenza, dovuta alla preferenza per la bici tradizionale, molti clienti scelgono l'elettrico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Belle Equipe infatti propone il servizio del noleggio di prova: un'ora o un giorno intero, il cliente può testare in prima persona, in ogni tipo di situazione, la bicicletta senza alcun impegno per l'acquisto. "Generalmente tutti tornano al negozio con le idee molto chiare: la bici elettrica sta guadagnando sempre più spazio nel mercato delle due ruote spinte a pedali". Decisamente meno consensi sta riscuotendo, infine, il monopattino elettrico: "Si tratta di un mezzo che si presta bene a città moderne - conclude Spadoni - in vicoli e vie centrali come troviamo a Pisa, spesso in pavé o con i sampietrini, muoversi con il monopattino risulta difficile e faticoso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni comunali a Cascina: i risultati definitivi

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento