Agevolazioni: in arrivo il Bonus Tari

L'assessore Gambaccini: "Importante agevolazione economica. 100mila euro recuperati dai fondi che in precedenza erano destinati a progetti di accoglienza dei migranti"

Il Comune di Pisa ha istituito, con delibera di Giunta, l’erogazione di un contributo a rimborso della Tariffa dei Rifiuti TARI, destinato alle famiglie a medio e basso reddito residenti a Pisa. L’agevolazione economica per l’abbattimento della tariffa prevede come requisito imprescindibile essere intestatario dell’utenza Tari riferita all’abitazione di residenza e aver provveduto al pagamento della 1° e 2° rata dell’anno 2019.

“È la prima volta - dichiara l’assessore alle Politiche sociali Gianna Gambaccini - che il Comune di Pisa istituisce un contributo integrativo per la Tari rivolto alle fasce deboli e medio-deboli della cittadinanza. Con lo stanziamento di questa importante agevolazione economica, in tutto 100mila euro recuperati dai fondi che in precedenza erano destinati a progetti di accoglienza dei migranti, l’amministrazione raggiunge un altro obiettivo fondamentale previsto nel nostro programma di mandato. Come per gli altri contributi economici introdotti, anche con il Bonus Tari viene posto l’accento sulla storicità residenziale, che costituisce sia requisito per accedere al bando, sia criterio di premialità nell’attribuzione del punteggio. Infine, aver stabilito come requisito di partecipazione un tetto di Isee fino a 25mila euro, significa far accedere al contributo non solo le fasce deboli ma anche a quelle più intermedie della popolazione pisana, estendendo l’agevolazione a una fascia più ampia possibile di cittadini”.

I requisiti

Il contributo Tari può essere richiesto esclusivamente per l’abitazione di residenza e si può presentare solo una domanda per ogni nucleo familiare. Per poter accedere all’agevolazione occorre essere residenti nel Comune di Pisa da almeno 5 anni e presentare una dichiarazione Isee inferiore a 25 mila euro (per le famiglie con almeno 4 figli a carico il tetto è innalzato a 30 mila euro). A seconda della fascia Isee di appartenenza, ai beneficiari sarà assegnata un’agevolazione pari al 50% o al 40% dell’intero importo, dato dalla somma della 1° e 2° rata del pagamento Tari effettuato per l’anno 2019. Nell’assegnazione del punteggio per la formazione della graduatoria, costituiscono criterio di premialità la storicità della residenza a Pisa, la presenza di disabili e anziani nel nucleo familiare, le giovani coppie e le famiglie numerose. Le domande per partecipare al bando saranno raccolte dalla Società della Salute non appena sarà pubblicato l’avviso pubblico sul sito della Sds zona Pisana: www.sds.zonapisana.it.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Incidente tra due auto e un camion all'ingresso della Fi-Pi-Li

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento