Cronaca

Borse di studio dalla Banca di Pescia e Cascina

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Banca di Pescia e Cascina Credito Cooperativo ha offerto un concreto esempio di riconoscimento del merito, di affermazione della cultura e di supporto alle eccellenze del territorio.

Ha consegnato 17 borse di studio ad altrettanti studenti che si sono distinti nell’anno scolastico e accademico 2016/2017. In particolare, ad aggiudicarsi il premio sono stati studenti, giovani soci o figli e nipoti di soci della banca, che nel corso del 2017 hanno conseguito la licenza di scuola secondaria inferiore con un giudizio complessivo non inferiore a 10/10, conseguito il diploma di istruzione secondaria superiore con una votazione non inferiore a 100/100, conseguito la laurea universitaria magistrale con un voto non inferiore a 110/110.

“Stare vicino ad un territorio – ha detto il presidente della banca Franco Papini durante la cerimonia di consegna – significa anche valorizzare i talenti. È questo il significato più profondo di questa iniziativa che premia chi si è contraddistinto nel proprio percorso di studi, promuovendo quella cultura del merito che rappresenta un asse portante per vincere le sfide del futuro”. I premiati sono:
Licenza media inferiore: Matteo Giorgi, Pietro Tuccori, Andrea Massagli, Irene Papangelou, Mirko Pierini e Martina Malfatti che si portano a casa una “borsa” del valore di 200,00 euro.
Diploma di maturità: Francesca Bonelli, Filippo Panteri, Giulia Cotrossi, Arielle Bindi, Caterina Nannipieri, Asia Frangioni. A ciascuno di loro la banca ha riservato un premio di € 250,00.
Laurea: Giorgia Ercolini, 110 in Ingegneria Biomedica a Pisa, Filippo Della Rocca, lode in Medicina a Pisa, Andrea Guarisa, lode in Scienze motorie a Firenze, Lorenzo Lenzi, 110 in Scienze e Tecnologie a Roma, Andrea Congestrì, 110 in Ingegneria a Pisa. In questo caso le “borse” hanno un valore di € 450,00.

Per garantire equità nella distribuzione delle borse su tutto il territorio di competenza della banca era stato deciso che le borse, di ogni ordine e grado scolastico, sono da dividersi tra le province di Pistoia e Lucca e le province di Pisa, Livorno od altro. “Banca di pescia e Cascina ha voluto ancora una volta mettere al centro i giovani, il merito, lo studio e i soci, vera anima di ogni Banca di Credito Cooperativo”, ha concluso Papini.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse di studio dalla Banca di Pescia e Cascina

PisaToday è in caricamento