Via Pietrasantina, percorso pedonale a prova di borseggio: la denuncia dei Cinque Stelle

Il consigliere del Ctp 6 Antonio Robbio denuncia la situazione presente in una zona della città in cui i borseggi sono all'ordine del giorno. "Vengono ritrovati a terra o gettati nelle siepi portafogli 'ripuliti' di ignari turisti"

Il portafoglio ritrovato

Il percorso pedonale Parcheggio scambiatore di Via Pietrasantina - Via San Jacopo - Passaggio a livello di Via Ugo Rindi - Via Padre B. Fedi - Via Leonardo da Vinci è una delle zone a più alto rischio di borseggio a Pisa. Ad affermarlo Antonio Robbio, Consigliere Territoriale di Partecipazione del Movimento 5 Stelle.

"Il via vai di comitive di turisti, che dal parcheggio scambiatore di Via Pietrasantina si muovono verso Piazza dei Miracoli, crea le condizioni ottimali per i borseggi - afferma Robbio - il punto sicuramente più critico è il passaggio a livello all'altezza di Via Ugo Rindi, dove frequentemente le sbarre del passaggio a livello sono abbassate e, quindi, c'è uno stazionamento di molti gruppi di persone che si accalcano, condizione ottimale per il borseggio da parte di giovani donne di etnia rom".

"La frequenza è elevatissima: provate qualche giorno a passeggiare in questo tratto e con un pizzico di attenzione riuscirete a rendervi conto che i borseggi vengono eseguiti continuamente - prosegue il consigliere - delle volte vengono ritrovati a terra o gettati nelle siepi portafogli 'ripuliti' di ignari turisti.
Sabato 8 febbraio 2014 ho notato un portafoglio buttato in una siepe all'altezza tra Via Tino da Camaino e Via Ugo Rindi di una turista statunitense, come si evince dalla patente dello Stato della California, e l'ho consegnato personalmente ai Vigili Urbani che stazionavano con l'ufficio mobile in Piazza dei Miracoli.
Ovviamente - conclude Robbio - è mia intenzione porre l'attenzione su questo preoccupante e grave fenomeno nelle prossime riunioni del CTP 6".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento