menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'A scuola con Farmacie Comunali': in consegna i 210 buoni libri da 50 euro

L'iniziativa premia chi ha fatto acquisti di prodotti utili alla prevenzione e di derivazione naturale. L'amministratore Armani: "L'intento è sviluppare cultura della salute e sostegno sociale"

Celebrate oggi, 13 settembre, a Palazzo Gambacorti le prime consegne dei 210 buoni acquisto per libri assegnati nell'ambito dell'iniziativa 'A scuola con Farmacie Comunali', terzo anno della 'raccolta punti' riservata ai clienti di Farmacie Comunali detentori di Farmacard. I destinatari dei bonus da 50 euro ciascuno hanno fatto acquisti presso le 6 strutture comunali nel periodo 29 giugno-31 luglio 2017 di specifiche categorie di prodotto, legate alla medicina naturale ed alla prevenzione, per un montepremi totale di 10.500 euro.

"I buoni possono essere spesi in qualsiasi libreria aderente, tuttavia è chiaro che il periodo è pensato per favorire acquisti di materiali didattici" ha spiegato l'amministatore unico di Farmacie Comunali Fabio Armani, che poi ha descritto lo spirito che anima le varie iniziative intraprese dall'azienda a gestione pubblica: "Il farmacista è un supporto a 360° per la popolazione, un punto di dialogo con la collettività. Vogliamo che si cementifichi il rapporto fiduciario con il cittadino-cliente per essere collante e punto di riferimento. Le varie iniziative che lanciamo hanno valore sociale, sempre legate alla promozione di aspetti di salute e cultura, che rispondono a bisogni della cittadinanza. Vogliamo che l'azienda pubblica cresca in questo senso e lo sta facendo grazie ai dirigenti e dipendenti che stanno recependo questa intenzione con grande partecipazione".

Verrà riproposta per il secondo anno la campagna 'Al nido con Farmacie Comunali', più sono in rampa di lancio 'In palestra con Farmacie Comunali' e 'Riaccendi il tuo Udito con Farmacie Comunali'. Le iniziative saranno presentate più avanti, ma intanto si può dire che la prima punta a favorire la chiarezza ed il corretto uso degli integratori usati nello sport, la seconda prevede l'assegnazione di 6 apparecchi acustici del valore di 2.320 euro ciascuno.

"Spesso è l'amministrazione a proporre idee presso le aziende pubbliche - ha affermato l'assessore marilù Chiofalo - ma con Farmacie Comunali e Fabio sono loro a proporre sempre delle novità ed anche a mantenere le iniziative di qualità. Un chiaro esempio di come la città, se ognuno fa la sua parte, sa funzionare benissimo. La rete delle farmacie è un presidio di sicurezza nel senso lato del termine, perché è un luogo dove ci si reca quando si ha un problema: l'accoglienza e la qualità della relazione fanno la differenza".

Sul futuro l'assessore ha lanciato poi l'idea di "migliorare i criteri di assegnazione, magari integrando il meccanismo con le misure sociali del Comune, per un sistema di ripartizione attento a chi ha più bisogno di sostegno". La graduatoria è infatti basata sui valori economici di spesa. "Si possono valutare possibilità di qualificazioni diverse - ha aperto Armani - sarà tuttavia importante mantenere equità, terzietà e la possiblità di soddisfare tutti gli aspetti in causa".

L'assessore Serfogli si è complimentato per "la funzione sociale delle iniziative, capaci anche di fidelizzare il cliente. Abbiamo puntato a suo tempo sulle farmacie comunali mantenendole pubbliche quando altri comuni del pisano le hanno date via. Siamo partiti da una situazione difficile, mentre ora il bilancio è solido e si cerca di fare attività per l'educazione alla cura ed alla prevenzione. Viene così sfatato il mito dell'inefficienza delle aziende pubbliche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento