Coronavirus, sostegno alle famiglie indigenti: buoni spesa da 100 euro

Il Comune di Pisa ha stanziato 25mila euro. Si può fare domanda fino al 30 aprile chiamando il Segretariato Sociale Sds

L'amministrazione comunale di Pisa ha stanziato 25mila euro per buoni spesa straordinari, richiedibili a partire da venerdì prossimo alla Società della Salute. "Abbiamo ritenuto importante - ha spiegato il sindaco Conti - fornire un sostegno alle persone più in difficoltà in questo frangente di emergenza sanitaria ed economica. Pensiamo sopratutto a chi vive nei quartieri popolari, a chi ha dovuto sospendere la propria attività lavorativa, a chi trae sostentamento economico facendo piccoli lavori di pulizia nelle case, giardinaggio o di assistenza a bambini o anziani e adesso si trova alle prese con la mancanza di liquidità per poter comprare i beni di prima necessità. L’intervento non si ferma qui, stiamo già lavorando per individuare altre risorse da destinare ai cittadini in condizioni economiche più critiche, fornendo loro sostegno e risposte concrete. Il messaggio che vogliamo lanciare è che non lasciamo solo nessuno".

"Il contributo - spiega l’assessore alle politiche sociali e presidente della Sds Gianna Gambaccini - verrà erogato tramite buoni spesa o carta prepagata per un importo pari a 100 euro da utilizzare nei supermercati Esselunga e Coop, con cui abbiamo stabilito la convenzione. L’erogazione 'una tantum' è rivolta alle famiglie in condizione di contingente indigenza economica derivata dalla situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo e rientra all’interno delle misure fiscali a sostegno della liquidità delle famiglie e dei lavoratori previste anche dal Decreto Legge del 17 marzo. La distribuzione dei buoni spesa sarà gestita dalla Società della Salute della zona Pisana fino ad esaurimento dei fondi disponibili, che speriamo di poter ulteriormente espandere. Invitiamo gli utenti a non recarsi direttamente presso la sede della Sds, ma a mettersi prima in contatto telefonico con i numeri del Segretariato Sociale che provvederà a fornire l’appuntamento per l’erogazione del buono spesa".

Requisiti e modalità di presentazione della domanda

Possono presentare domanda di contributo le famiglie residenti nel Comune di Pisa in condizione di contingente indigenza economica derivata dalla momentanea sospensione dello stipendio o dell’attività lavorativa per l'emergenza Covid-19, con un reddito 2019 non superiore a 12mila euro annui.

Le domande dovranno essere presentate a decorrere dal 27 marzo fino al 30 aprile. I buoni spesa potranno essere utilizzati nei supermercati Esselunga e Coop del Comune di Pisa. Gli interessati devono telefonare al Segretariato Sociale della Società della Salute Zona Pisana: al numero 050/954058 nei giorni di lunedì e venerdì dalle 9 alle 12. 

Il segretariato sociale, valutata telefonicamente la condizione di contingente indigenza economica derivata da Covid-19, assegnerà il beneficio fino ad esaurimento dei fondi disponibili messi a disposizione del Comune di Pisa. Il buono spesa dovrà essere ritirato il mercoledì dalle ore 10 alle ore 12 presso la sede della Sds Zona Pisana in via Saragat 24, previo appuntamento telefonico. In caso di presenza di più persone, è fatto obbligo di rispettare tutte le misure di distanza di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento