Lungarno Guadalongo: cadavere in Arno

Il ritrovamento è avvenuto intorno alle 9.40. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia

Il recupero del cadavere su Lungarno Guadalongo

Cadavere ritrovato in Arno questa mattina, 14 giugno, intorno alle 9.40. Sul posto, all'altezza di Lungarno Guadalongo, sono intervenuti i Vigili del Fuoco e la Pubblica Assistenza per il recupero del corpo. Presente la Polizia con il magistrato di turno.

Dai primi riscontri si tratta di un uomo sui 60 anni, residente a Pisa, agli arresti domiciliari per violenza sessuale. Era scomparso la mattina di mercoledì, lasciando un biglietto dove manifestava intenti suicida. Il corpo, in pantaloncini e maglietta, non era in avanzato stato di decomposizione. E' stato ritrovato agganciato tra le barche ormeggiate sul lungarno dal caposquadra dei Vigili del Fuoco Alessandro Simoncini: "Ero venuto per rifornire il mezzo nautico per una ricerca fatta ieri, tutta questa zona era stata battuta. Stamani passando ho notato il corpo incastrato fra la sponda e una barca, erano le 9.40 circa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento