Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

E' successo nella notte in Lungarno Pacinotti. L'uomo è stato recuperato dai Vigili del fuoco

ll recupero sui lungarni

Si è probabilmente appoggiato ad una paratia, collocata lo scorso novembre in concomitanza della piena dell'Arno, quando questa ha ceduto facendolo precipitare di sotto. Ancora una caduta dalle spallette intorno alle 3 della notte scorsa, tra sabato 15 e domenica 16 febbraio, in Lungarno Pacinotti. L'uomo precipitato è stato recuperato dai Vigili del fuoco con manovra SAF tramite l'autoscala e affidato alle cure del personale del 118. Secondo quanto appreso non avrebbe riportato gravi ferite, solo la probabile frattura di un piede. Sul posto anche Carabinieri e Polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Cisanello, ambulanze in fila per l'area Covid: "In piena fase emergenziale, serve la collaborazione di tutti"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento