Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Cambiamenti climatici, Fiab: "Servono azioni del Comune per cambiare le cattive abitudini"

Il cambiamento climatico si ferma modificando le abitudini quotidiane. Ma per raggiungere questo obiettivo serve anche l''impegno degli amministratori.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Alla vigilia della manifestazione 'Friday for Future' l'assessore all'ambiente Filippo Bedini ha sottolineato l'importanza delle scelte individuali nella lotta contro i cambiamenti climatici: la lotta contro il cambiamento climatico rende necessario anche un cambiamento delle nostre abitudini. Non bisogna però dimenticare che le abitudini dei cittadini sono plasmate dalle scelte di chi li amministra: basti pensare che negli anni '70 l'Olanda aveva problemi di traffico più seri dell'Italia, ma poi, grazie ad efficaci politiche di incentivi e disincentivi, è riuscita a convincere i propri cittadini ad usare i mezzi pubblici o la bicicletta invece dell'auto privata. Noi vorremmo che lo stesso cambiamento si realizzasse a Pisa, e sono molte le azioni che si possono intraprendere per andare verso la sostenibilità. Ma occorre innanzitutto proteggere i diritti degli utenti più deboli, i quali vedono i propri spazi invasi dalle troppe auto che, dopo aver saturato tutti i parcheggi disponibili, parcheggiano sui marciapiedi, sugli attraversamenti pedonali, o comunque in divieto di sosta. Il parcheggio selvaggio imperversa, in maniera sistematica, all'entrata o all'uscita di molte scuole, con effetti deleteri sia sul piano delle abitudini indotte, che su quello educativo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambiamenti climatici, Fiab: "Servono azioni del Comune per cambiare le cattive abitudini"

PisaToday è in caricamento