Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Navicelli, cambiano destinazione i fondi per la conca di navigazione

La Regione Toscana ha accolto la richiesta del Comune di Pisa: i fondi saranno utilizzati per il consolidamento di alcuni tratti di argine che presentano criticità strutturali

I sei milioni di euro che erano stati assegnati dalla Regione Toscana al Comune di Pisa nel 2019 per realizzare la Conca di navigazione lungo il Canale dei Navicelli cambiano destinazione. 
Su richiesta dell’amministrazione comunale pisana le stesse risorse, tratte dal FSC2014-20, sono state destinate, fanno sapere dalla Regione, ad un altro intervento sul Canale, cioè al consolidamento di alcuni tratti di argine che presentano criticità strutturali. La variazione è stata deliberata ieri dalla Giunta regionale, che ha approvato lo schema del II Addendum alla Convenzione stretta tra la Regione Toscana, il Ministero delle infrastrutture e il Comune di Pisa.  

“La Regione - ha spiegato il presidente della Toscana Eugenio Giani -  ha acconsentito alla richiesta del Comune di Pisa con senso di responsabilità. Restiamo convinti della necessità di realizzare l’escavo della Conca di navigazione all’altezza dell’intersezione tra il Canale Navicelli e l’autostrada A12, un intervento fondamentale per il rilancio dei cantieri navali pisani, tuttavia abbiamo accolto la richiesta del Comune, che è l’ente attuatore dell’intervento, per senso di responsabilità e per non correre il rischio di perdere risorse che andranno comunque a vantaggio della funzionalità del Canale Navicelli”.  

Il testo della delibera ricostruisce la vicenda: il 28 aprile del 2018 la Regione Toscana  richiede al MIT l’assegnazione di 6 milioni di euro per la realizzazione della Conca di navigazione. Il Comune di Pisa è il soggetto attuatore dell’intervento. L’11 novembre 2019 viene firmata la Convenzione che stanzia le risorse. E’ prevista la partecipazione di un soggetto privato come co-finanziatore. Il 29 maggio 2020 il Comune di Pisa, “a seguito delle difficoltà riscontrate nell’individuazione di un soggetto privato interessato al co-finanziamento, alla realizzazione ed alla gestione dell’opera” formalizza la richiesta di destinare i fondi del FSC 2014-20 ad un nuovo intervento con lavori di consolidamento delle sponde del Canale Navicelli nei tratti in cui risultano necessari interventi strutturali.
Visti il tipo di interventi richiesti e il cronoprogramma proposto, compatibile con la programmazione del Fsc 2014-20, la Regione acconsente.

“Il presidente Giani e la Giunta regionale hanno preso la direzione giusta, perché decidendo di destinare 6 milioni per il consolidamento di alcuni argini lungo il Canale dei Navicelli di Pisa, di fatto rendono possibile sbloccare una situazione che oramai si stava avvitando su se stessa" commenta il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo.
"La Regione con questa decisione mostra concretamente di voler aiutare il nostro territorio a completare il progetto Navicelli su cui investiamo da anni - spiega Mazzeo - dato che sposta queste risorse da un'opera da sempre ritenuta prioritaria come la Conca di navigazione, proprio per non perdere quei fondi Ue che sarebbero andati in fumo in caso di infinita diatriba tra Comune e Regione".
“E’ importante ora che l’impulso economico e anche politico, che oggi la Regione sta dando - spiega Mazzeo - sia adeguatamente valorizzato a Pisa così da poterne sfruttare a pieno la spinta per arrivare all’obiettivo fondamentale: rendere navigabile l’Arno non solo nella città di Pisa, ma lungo tutto il suo percorso nella provincia di Pisa, così da farlo divenire finalmente fruibile sia a fini turistici che ambientali che della mobilità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navicelli, cambiano destinazione i fondi per la conca di navigazione

PisaToday è in caricamento