Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Camp Darby

Camp Darby declassato: a rischio 67 posti di lavoro nella base americana

La base di Pisa diventerà guarnigione satellite di Vicenza, ma il sindacato tranquillizza e annuncia l'inizio di un confronto sindacale per cercare di diminuire il numero dei licenziamenti previsti

La commissione statunitense che rappresenta le forze armate delle basi Usa in Italia ha comunicato ieri ai sindacati la declassazione della base di Camp Darby da guarnigione autonoma a guarnigione satellite di Vicenza. Lo rivela una nota della Fisascat Cisl di Pisa, nella quale si conferma la decisione statunitense di tagliare 67 posti di lavoro nella base pisana. I licenziamenti scatteranno entro il 30 settembre.


"Riteniamo tuttavia - spiega Vittorio Salsedo, segretario della Fisascat Cisl - di poter avviare un proficuo confronto sindacale in questi mesi e ridurre considerevolmente i tagli attraverso l'adozione di incentivi e l'adesione dei lavoratori agli spostamenti volontari presso la nuova base Dal Molin di Vicenza che con l'arrivo del 173th Aviotrasportato aumenterà la presenza di militari americani da 4300 a 6600 unità e occuperà 212 civili, rispetto agli attuali 147, tra personale italiano e americano". Infine, Salsedo chiede "qualora in questi mesi non si fosse riusciti a ricollocare tutte le persone in esubero, di prorogare i termini del licenziamento, visto che i nostri contratti non prevedono ammortizzatori sociali". (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camp Darby declassato: a rischio 67 posti di lavoro nella base americana

PisaToday è in caricamento