rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Cascina

Cascina e Calci sostengono la campagna vaccinale anti-Covid in Africa lanciata da Coop

Le donazioni, fino al 9 gennaio, possono esser fatte alle casse e Coop raddoppierà l'offerta

Il sindaco Michelangelo Betti, la giunta e numerosi consiglieri comunali di Cascina hanno deciso di aderire alla campagna #coopforafrica per sostenere la campagna vaccinale anti Covid-19 in Africa la mattina di venerdì si sono ritrovati alla Coop di Navacchio. Con loro c’era anche Valentina Ricotta, vicesindaco di Calci, e ad accoglierli sono stati Paolo Brunetti, presidente della sezione soci Coop di Cascina, e dal direttore del superstore Alessandro Roggi.

L’incontro è servito per spiegare il senso dell’iniziativa: le donazioni, fino al 9 gennaio, possono esser fatte alle casse e Coop raddoppierà l'offerta (info su coopforafrica.it), oltre a finanziare con 1 milione di euro la campagna vaccinale. "Teniamo molto a questa iniziativa - ha detto Brunetti - perché in un momento in cui la pandemia in Italia si sta combattendo in maniera positiva rispetto ad altre parti del mondo, Unicoop Firenze ha lanciato questo progetto al quale hanno aderito tutte le Coop d’Italia, diventando così progetto nazionale. Abbiamo invitato gli amministratori della Toscana a promuovere l’iniziativa venendo nei nostri centri, per invogliare anche i cittadini ad effettuare le donazioni. E Unicoop Firenze raddoppierà il contributo".

Un’iniziativa fortemente voluta per aiutare chi è indietro sulla campagna vaccinale. 2Purtroppo in Africa solo il 7% della popolazione è vaccinato e - ha aggiunto Brunetti - in un mondo globale, in cui gli scambi tra i cittadini sono all’ordine del giorno, è necessario aiutare questo continente. Non andremo a comprare i vaccini, che ci sono già, ma finanzieremo le spese di vaccinazione sostenendo l’UNHCR, Medici Senza Frontiere e la Comunità di Sant’Egidio che hanno già predisposto in Africa dei punti di vaccinazione. Voglio pertanto ringraziare l’amministrazione comunale di Cascina e quella di Calci per la nutrita presenza qui stamani".

"Mi fa piacere essere qui per sostenere questa iniziativa insieme agli amministratori di Cascina e Calci - ha detto Michelangelo Betti - in Italia una piccola minoranza ha dubbi sulle vaccinazioni e questa è una delle possibili risposte più forti che si possa dare: per noi è un elemento scontato e gratuito, ma per molti l’accesso alla sanità è ancora un tabù. La Coop continua il suo impegno cambiando l’obiettivo particolare ma mantenendo quello generale: un’iniziativa come questa è in continuità con tutte le esperienze di 'Un cuore si scioglie' degli anni passati e la sezione soci di Cascina è sempre stata tra le più attive. Daremo il nostro contributo e inviteremo tutti a farlo".

A chiudere Valentina Ricotta, vicesindaco di Calci. "Unicoop dimostra ancora una volta la sua sensibilità su temi che riguardano la salute nelle zone in cui questo diritto non è tutelato e garantito. Unicoop è un valido partner su tematiche ambientali, umanitarie e solidali: anche noi come Comune abbiamo ricevuto solidarietà su progetti che riguardavano il nostro territorio, non possiamo far altro che contribuire all’iniziativa veicolando il messaggio. Il risalto nazionale dà il valore che merita a questa campagna".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina e Calci sostengono la campagna vaccinale anti-Covid in Africa lanciata da Coop

PisaToday è in caricamento