Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico

Torna Canapisa, è subito dibattito: "Abitanti costretti a subire limitazioni"

La manifestazione antiproibizionista è prevista per il 28 maggio. Il consigliere comunale Maurizio Nerini (Nap) presenta un'interrogazione sulle misure organizzative

La nuova edizione di Canapisa Streetparade è alle porte, con la data fissata al momento al 28 maggio. Alle 16 la manifestazione antiproibizionista partirà da Piazza Sant'Antonio per il consueto corteo nelle vie della città.

Da tempo crea discussione l'iniziativa ed il consigliere comunale di Noi Adesso Pisa Maurizio Nerini ha promosso un'interrogazione "per capire bene i problemi della scorsa edizione e scongiurarne per quella di questo anno, se proprio non si può impedire di svolgerla in mezzo alle case".

"Canapisa - si legge nel documento - sembra essere diventata per Pisa un appuntamento fisso che procura diversi problemi per tutta la città e per gli abitanti costretti a subire documentate limitazioni, senza che ci si curi di fare di tutto per scoraggiare tale tipo di manifestazioni".

Tante le domande rivolte al sindaco. Si chiede:

- se sono state chieste fidejussioni agli organizzatori di Canapisa, come di solito si usa fare con altre manifestazioni che si svolgono in città

- se è stato valutato e quantificato il mancato incasso da parte di Pisamo per la sospensione del pagamento degli stalli a pagamento nel percorso della manifestazione

- chi è stato incaricato del taglio dell'erba nella zona finale della manifestazione e quanto sia costato

- chi ha pagato il noleggio e il posizionamento dei bagni chimici per il corteo Canapisa, quanti sono stati e quale la loro ubicazione

- se ci sono state emergenze sanitarie durante lo svolgimento della manifestazione

- se fosse stato preparato un piano sanitario e un piano per le emergenze

- se durante la manifestazione sia o meno stato previsto un sistema di rilevazione dei rumore prodotto dai diffusori di musica utilizzati e se sono stati superati livelli di attenzione e per quanto tempo

- se fosse stato o meno autorizzato lo spaccio di bevande da uno dei mezzi utilizzate nel corteo

- quali siano stati tempi previsti dagli organizzatori e se sono stati rispettati

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna Canapisa, è subito dibattito: "Abitanti costretti a subire limitazioni"

PisaToday è in caricamento