Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Sant'Antonio

Canapisa torna per l'edizione 2014: sabato Street parade antiproibizionista

Il prossimo 31 maggio si svolgerà la manifestazione che anche quest'anno, come hanno annunciato gli organizzatori, partirà da Piazza Sant'Antonio per sciogliersi nei pressi del carcere Don Bosco. Non mancheranno le polemiche

Si svolgerà anche quest'anno la Street parade antiproibizionista Canapisa che sabato 31 maggio partirà, come di consueto, da Piazza Sant'Antonio e percorrerà le vie della città per concludersi in via Canavari, dietro al carcere Don Bosco.

"La cancellazione della legge Fini-Giovanrdi sulle droghe e la condanna dell'Europa per il trattamento disumano a cui sono sottoposti i detenuti in Italia hanno riportato l'attenzione sulla situazione carceraria e per questo motivo è stato scelto il Don Bosco, come luogo simbolo della lotta antiproibizionista, dove concludere la manifestazione - affermano gli organizzatori - la costruzione di nuove carceri denota la volontà politica governativa di affrontare la questione solo in superficie. La legislazione antidroga è la principale origine del sovraffollamento carcerario in Italia ed anche la prima causa di carcerazione del pianeta e dà motivo e giustificazioni ad abusi, discriminazioni e violenze".

"Il 29 maggio la Cassazione in sezioni riunite si esprimerà sulla questione dei detenuti ancora in carcere a causa di una legge dichiarata incostituzionale e sarà forse finalmente possibile conoscescere il numero esatto delle persone detenute che beneficeranno del ricalcolo della pena - proseguono dall'Osservatorio Antiproibizionista - naturalmente il movimento antiproibizionista, che da anni si batte per il superamento del proibizionismo e per politiche più sensate in materia, non resterà a guardare, ma scenderà in piazza sabato 31 maggio 2014 a Pisa. Canapisa quest'anno sarà un importante punto di diffusione della Carta dei Diritti delle Persone che usano sostanze. Un documento politico in ventun punti che serve a far riconnettere le persone".

Negli anni passati non erano mancate le polemiche sollevate dai cittadini pisani che protestavano per il passaggio del corteo proprio nel cuore della città, con le conseguenze negative in termini di pulizia delle strade e di decoro urbano. Ed anche quest'anno, c'è da giurarci, le contestazioni non mancheranno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canapisa torna per l'edizione 2014: sabato Street parade antiproibizionista

PisaToday è in caricamento