Canapisa, Ziello: "Lucarelli fa comunella con i cannaioli ambulanti? Affari suoi"

Il deputato leghista sottolinea ancora una volta il suo 'no' a Canapisa e chiede legalità e decoro per la città della Torre

Ziello al sit-in contro Canapisa lo scorso 3 maggio

"Se il premio Nobel per la letteratura Selvaggia Lucarelli ha deciso di partecipare a Canapisa e fare comunella con i cannaioli ambulanti sono affari suoi". Il deputato della Lega Edoardo Ziello commenta senza mezzi termini l'annunciata partecipazione della giornalista alla street parade antiproibizionista che, salvo colpi di scena, dovrebbe svolgersi sabato 18 maggio. A dover ancora essere deciso il percorso della manifestazione che Questura e Prefettura vorrebbero far 'migrare' fuori dal centro storico, senza la festa finale.

"Mi interessa di più che nella mia città vengano tutelati il decoro, la legalità, e la sicurezza - prosegue Ziello, in prima linea per il no a Canapisa - città che per tanto, troppo tempo ha tollerato la logica dello squallore e del regresso culturale, collegato alla droga libera e al degrado urbano. E' davvero giunta l'ora di voltare pagina. Pisa non merita di essere ulteriormente offesa da simili cortei indecorosi e irrispettosi della sua storia e della sua cultura".

Proprio Ziello lo scorso 3 maggio aveva lanciato, insieme al sindaco Michele Conti, un sit-in di protesta contro Canapisa davanti alla Prefettura. L'attuale maggioranza di centrodestra di Palazzo Gambacorti aveva fatto dello stop di Canapisa uno dei punti cardine della campagna elettorale ed è pronta a scendere nuovamente in piazza per una contro-manifestazione sabato, in concomitanza con la street parade antiproibizionista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Strutture sociosanitarie: focolai in tre centri del pisano

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

Torna su
PisaToday è in caricamento