rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Pontedera

Valdera pronta a candidarsi come capitale della cultura 2025

Una giornata di iniziative ed incontri in vista della preparazione del dossier di candidatura

La cultura come volano di sviluppo di un intero territorio, quello della Valdera. Veleggia con questa logica la candidatura a capitale italiana della cultura 2025 portata avanti in maniera unitaria da nove comuni (Peccioli, Pontedera, Ponsacco, Capannoli, Casciana Terme Lari, Chianni, Lajatico, Palaia e Terricciola).

Ieri una giornata importante per due di queste realtà, Pontedera e Ponsacco, dove il gruppo di lavoro di Nomisma, la società incaricata di redigere il dossier,  ha effettuato una serie di incontri e visitato importanti realtà della zona, nell'ottica di una visione unitaria che parta dalla singole esperienze per creare un solido asse di sviluppo.
A Pontedera tappe al Museo Piaggio, dove si è svolto anche l'incontro con le categorie economiche, tour in Vespa per conoscere alcune realtà significative della città, poi una serie di appuntamenti a Ponsacco per vedere da vicino la tenuta di Camugliano, la scuola Tessieri, le aziende Edra e il nuovo locale di Altamoda inaugurato su via Traversa Livornese, ma anche il parco urbano e il lago Cavo, la Galleria d'arte di Marco Lombardi e incontrare le associazioni del territorio a Villa Elisa. Poi il ritorno a Pontedera per un suggestivo giro in battello sull'Arno, scambiando opinioni con associazioni e operatori culturali e, in serata, la presenza del gruppo di lavoro ad Amalia Laghi e a due spettacoli, il concerto di Justin Adams e Mauro Durante nell'ambito di Musicastrada a Treggiaia e Oh!Diss'ea di Roberto Ciufoli a Ponsacco.
Una giornata intensa, ricca di spunti, contributi e riflessioni, che ha visto la soddisfazione dei due sindaci, coinvolti in prima persona, Matteo Franconi e Francesca Brogi.
"Una giornata importante e di stimolo per tutti noi - ha sottolineato il sindaco di Pontedera Matteo Franconi - per mettere in moto una sinergia sociale che poi è il motore di tutto questo progetto. Abbiamo riscontrato una grande partecipazione e un grande interesse di tutto il tessuto produttivo e commerciale. Vedo che c'è un buon clima, a Pontedera, così come negli altri Comuni. Condividere questa giornata con Ponsacco è sicuramente un elemento che fa bene a tutti noi, perchè amministrare i territori vuol dire anche conoscere le eccellenze e le opportunità degli altri e, in questo, Valdera capitale della cultura può essere un ulteriore elemento di valore".
"È stata davvero una bella giornata, in cui abbiamo avuto l’opportunità di far conoscere a Nomisma alcune delle eccellenze dei nostri comuni, mostrando la grande ricchezza in termini associativi, aziendali, culturali, ma anche delle bellezze paesaggistiche che abbiamo - dice Francesca Brogi, sindaca di Ponsacco - sono felice di aver fatto conoscere loro alcuni dei volti più belli di Ponsacco e di vedere quanto siano rimasti colpiti da luoghi unici come Camugliano. La giornata di ieri a Ponsacco e a Pontedera, che si aggiunge alle visite svolte negli altri comuni, è la dimostrazione delle enormi potenzialità del territorio. Con questa consapevolezza vogliamo affrontare questo percorso, convinti che l’Unione faccia la forza".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valdera pronta a candidarsi come capitale della cultura 2025

PisaToday è in caricamento