Cronaca

Cani corrieri della droga: uno va in famiglia, l'altro al "Rifugio Tom"

Una triste vicenda che ha visto coinvolti due poveri animali utilizzati per trasportare la cocaina: si cerca il veterinario che operava i cani per inserire i contenitori nell'addome

Il Dogue de Bordeaux utilzzato come corriere della droga

E' stato affidato al canile "Rifugio Tom" di San Lorenzo a Pagnatico, nel comune di Cascina, Trivo, il rottweiler trasformato in un corriere di droga insieme ad un Dogue de Bordeaux. Il proprietario, Massimo Pracchia di Pontedera, è finito in manette per detenzione e spaccio di stupefacenti. Nella sua abitazione i Carabinieri hanno trovato una grande quantità di droga: Pontedera:cane corriere della droga
oltre 1 kg di cocaina, 21 grammi di marijuana, 94 grammi di hashish e più di 24mila euro in contanti.

Potrebbe interessarti: https://www.pisatoday.it/cronaca/cane-corriere-droga-pontedera.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PisaToday/163307690398788
Ma alcuni giorni dopo l'arresto, la vicenda ha assunto particolari ben più inquietanti di quelli di uno spacciatore che nascondeva in casa un vero e proprio arsenale di sostanze illecite.

Un cane, un Dogue de Bordeaux, di proprietà di Pracchia, aveva iniziato a stare male: la sorella della compagna dell'uomo lo ha così portato dal veterinario. Qui l'amara scoperta: nell'addome del povero animale cinque ovuli contenenti un chilo e mezzo di cocaina.

Il cane è stato operato e sta bene: si trova in affido ad una famiglia. L'altro cane del malvivente, il rottweiler Trivo appunto, è stato invece portato al "Rifugio Tom" in attesa che qualcuno lo prenda con sè per far dimenticare le torture subite.

E mentre intanto è caccia al professionista veterinario che avrebbe operato i cani-corrieri di droga inserendo i contenitori all'interno del loro addome, tra gli inquirenti trapela l’ipotesi che in realtà siano stati utilizzati più cani, oltre ai due già sequestrati.


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani corrieri della droga: uno va in famiglia, l'altro al "Rifugio Tom"

PisaToday è in caricamento