Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Cascina, suolo pubblico gratuito per gli operatori commerciali fino al 30 settembre

L'amministrazione comunale ha cancellato il canone di occupazione per tutti gli operatori, compresi gli ambulanti. Soddisfazione da parte di Confesercenti

Con l’approvazione del bilancio di previsione 2021 l’amministrazione comunale di Cascina va incontro alle attività economiche commerciali, ambulanti e aventi sede fissa, cancellando il canone di occupazione del suolo pubblico fino al 30 settembre 2021. Fino alla stessa data del 30 settembre viene prorogata la procedura semplificata di rinnovo e richiesta di nuove concessioni di occupazione di suolo pubblico, entro un massimo di incremento del 100% dello spazio interno ai locali, destinato alla somministrazione.

Quindi ristoranti e bar che ne siano  già in possesso, potranno rinnovare le concessioni con modalità semplificata e quelli che intendano presentare nuove richieste, dovranno solo inoltrare relativa comunicazione in carta semplice e non in bollo, a mezzo pec, alla Sepi Spa, allegando la planimetria interessata e la dichiarazione di consenso del titolare delle attività limitrofe, in caso di sovrapposizione di spazio o di copertura dell’ingresso o vetrina.

L'assessore Bice Del Giudeci commenta: "Abbiamo deciso di cancellare, per il momento fino al 30 settembre, il canone di occupazione del suolo pubblico, oltre il  termine fissato dal Decreto Sostegni solo fino al 30 giugno, per far sentire la nostra vicinanza alle attività economiche cascinesi. E’ da queste che dobbiamo ripartire, recuperandone il ruolo di volano per la valorizzazione turistica del nostro territorio. Un piccolo segnale, nei limiti in cui ci è consentito attingendo alle risorse comunali, per contribuire alla ripartenza e provare ad arginare le perdite procurate dalle necessarie chiusure, totali o parziali".

Confesercenti Toscana Nord incassa con positività la novità e sottolinea: "Ancora una volta l’amministrazione ed in particolare l’assessore Bice Del Giudice hanno accolto le richieste degli imprenditori ancora alla prese con la morsa della pandemia e le conseguenti restrizioni". La presidente dell'area Monti Pisani di Confesercenti, Laura Grassi, prosegue: "In attesa che il governo centrale accolga le nostre pressioni per prolungare la gratuità del suolo pubblico oltre il 30 giugno, è importante che un Comune come Cascina anticipi qualsiasi nuovo provvedimento per andare incontro ai commercianti. Augurandoci che dalle prossime settimane si possa parlare di vera ripartenza e soprattutto di vere riaperture, programmare i prossimi mesi con la tranquillità di non dover pagare il tributo del suolo pubblico è un importante sostegno concreto. Pensiamo alle attività di bar e ristoranti che dovranno utilizzare sempre più gli spazi all’aperto ma anche gli ambulanti dei mercati".

Il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord Simone Romoli spiega inoltre di "collaborare con il Comune anche in vista del rinnovo delle concessioni di suolo pubblico su mercati e fiere per gli operatori su area pubblica. Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi alle nostre sedi al numero 050 888083".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina, suolo pubblico gratuito per gli operatori commerciali fino al 30 settembre

PisaToday è in caricamento