rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico / Via Simone Sancasciani

Un cantiere nel giardino della scuola: "Risolvere la situazione di pericolo"

La richiesta del Consiglio d'istituto dell'istituto comprensivo 'Fucini' per le condizioni presenti nel piccolo cortile in uso a studenti e personale scolastico

C'è preoccupazione per la sicurezza della comunità scolastica dell'Istituto Comprensivo 'Fucini' di Pisa. A denunciare la situazione, che si trascina ormai da mesi, è la presidente del Consiglio d'istituto Francesca Ciardelli, in rappresentanza dei genitori, degli alunni e del personale scolastico del plesso succursale di via Sancasciani.
"Nel già piccolo giardino di pertinenza del plesso, che costringe le classi ad una turnazione durante la ricreazione, sono stati installati alcuni grossi tubi di scarico di pertinenza del locale commerciale adiacente, aperto a dicembre ed esercente l’attività di ristorazione - spiega Ciardelli - dagli stessi tubi, a una distanza di meno di venti metri dalle finestre delle classi, già a partire da metà mattina provengono forti odori derivanti dalle preparazioni alimentari dell’esercizio. Già ad inizio dicembre il Consiglio d’istituto aveva segnalato la presenza e la pericolosità del cantiere allestito nel giardino, tra le biciclette e i ragazzi, con tutti i suoi materiali, scale, lamiere taglienti, attrezzistica varia, trabattelli, carrelli, tubature e pancali di legno, tutto in equilibrio precario, chiedendo una rapida messa in sicurezza e veloce rimozione. Il Consiglio d’istituto veniva inoltre a conoscenza dell’interpellanza del capogruppo di Diritti in Comune nella seduta consiliare del 7 dicembre che interrogava l’amministrazione comunale a proposito della regolarità delle autorizzazioni rilasciate e della conformità dei lavori e chiedeva un immediato sopralluogo delle istituzioni alla presenza del responsabile della sicurezza dell’istituto per verificare senza ulteriore indugio la compatibilità dell’impianto con il cortile scolastico, la messa in sicurezza degli impianti e lo smantellamento del cantiere. Il medesimo gruppo consiliare, a seguito di richiesta di accesso agli atti veniva informato per scritto dalla Direzione Urbanistica- Edilizia privata del Comune della mancanza della 'fine lavori' del cantiere in oggetto".

Da qui l'attivazione del dirigente scolastico e il sopralluogo effettuato lo scorso 17 dicembre, "nell’ambito del quale tutte le richieste presentate venivano accolte e condivise e veniva assicurata un’imminente fine lavori e lo smantellamento del cantiere".
"Ad oggi, 16 febbraio 2022 - prosegue la presidente del Consiglio d'istituto - dobbiamo purtroppo constatare che, nonostante i lavori siano da tempo terminati nessuna delle problematiche riscontrate è stata risolta: rimane la presenza della recinzione di cantiere (nastri e transenne non zavorrate) e di numerosi scarti di cantiere di evidente potenziale pericolosità per i ragazzi; nessuna protezione è stata posta in corrispondenza dei cassonetti di ferro presenti alla base dei tubi di scarico (altezza dei ragazzi) che ribadiamo essere molto pericolosi nel cortile di una scuola; permane un tubo di scarico fumi direzionato verso il basso (finestre della scuola) e non verso l’alto, che continua ad esalare i suoi effluvi a partire dalle 11 di mattina e dunque non è diminuito l’impatto dell’odore proveniente dagli stessi scarichi".
La richiesta dunque all’amministrazione comunale affinchè intervenga "per il ripristino delle condizioni di sicurezza, salubrità e tutela della salute dei ragazzi che frequentano la scuola media Fucini succursale e di tutta la comunità scolastica". "Infine vorrei domandare al dipartimento di prevenzione della ASL se la situazione di emissioni scarichi sia stata controllata e risulti in regola" conclude la presidente del Consiglio d'istituto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un cantiere nel giardino della scuola: "Risolvere la situazione di pericolo"

PisaToday è in caricamento