Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Capitale Italiana della Cultura, scelta la vincitrice: è Mantova

Pisa non è stata designata per il 2016, ma resta in lizza insieme alle altre 8 finaliste per l'elezione a Capitale nel 2017

Non ce l'ha fatta Pisa. La Capitale Italiana della Cultura 2016 è Mantova, che si aggiudica il milione di euro in palio. Alla città della Torre non resta che sperare nel 2017. Infatti le altre nove città finaliste (oltre a Pisa, Aquileia, Como, Ercolano, Parma, Pistoia, Spoleto, Taranto e Terni) restano in lizza per diventare Capitale Italiana della Cultura nel 2017.

"Abbiamo preso spunto dalla Capitale Europea della Cultura per mettere a punto la Capitale Italiana, perchè quella europea dopo Matera toccherà all'Italia tra 14 anni, nel 2033, ma il nostro paese è quello delle città d'arte e dei borghi quindi ci voleva un'altra competizione - ha detto il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, poco prima di leggere il nome della vincitrice - siamo riusciti nell'intento di mettere in moto una capacità di progettazione complessiva. Ho letto la stampa locale negli ultimi giorni e ho visto una diffusa convinzione di vincere che fa sempre bene. Sono sicuro che d'ora in poi il numero delle città partecipanti crescerà". "Il sistema sta andando a regime - ha detto poi il presidente della Giuria Marco Cammelli - nella scelta abbiamo valutato, vista la prossimità al 2016, anche il progetto maggiormente pronto a partire. Ci tengo a dire che la commissione ha lavorato in piena autonomia e all'unanimità".

E il sindaco Marco Filippeschi dopo l'annuncio della città vincitrice commenta: "Ha vinto Mantova, una bellissima città d'arte, che di sicuro ha visto premiato un progetto valido. Il nostro progetto credo che sia stato ben valutato e è comunque un bell'investimento di idee, con un tema, quello della navigazione, che già coltiviamo e che svilupperemo, in senso storico e contemporaneo. Ringrazio quanti hanno contribuito. In particolare le altre istituzioni e le associazioni culturali che si sono mobilitate, portando proposte creative e concrete".
"La nomina va a una città sicuramente molto titolata - afferma invece l'assessore alla Cultura Andrea Ferrante - sapevamo di avere concorrenti di valore e sappiamo di non aver demeritato. Il progetto presentato resta un patrimonio importante, costruito coralmente dalle istituzioni e dalle associazioni cittadine.
A loro va un ringraziamento forte e sentito. Ora dobbiamo andare avanti sulla rotta tracciata, per valorizzare il lavoro fatto. La partecipazione della città resta il nostro valore più grande".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitale Italiana della Cultura, scelta la vincitrice: è Mantova

PisaToday è in caricamento