Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Capodanno, no alle sagre dell'ultimo minuto: "Salvaguardare chi paga le tasse tutto l'anno"

Il presidente Centro Storico ConfcommercioPisa Massimo Rutinelli si fa portavoce della richiesta espressa all'amministrazione comunale di non concedere licenze per somministrazione temporanea di cibi e bevande la sera dell'ultimo dell'anno

Nessuna licenza per la somministrazione temporanea di bevande e alimenti. E' questo uno dei punti principali su cui ha insistito Confcommercio per quel che riguarda l'organizzazione della festa di Capodanno, in corso di programmazione, nel centro di Pisa. "Una decisione che auspichiamo e che riteniamo sacrosanta, che valorizza al massimo gli esercizi commerciali esistenti con regolare licenza annuale in sede fissa - afferma Massimo Rutinelli, presidente Centro Storico ConfcommercioPisa - proprio quei locali che forniscono i loro servizi alla città per 365 giorni all'anno, che versano fior di tasse e che nell'occasione della Notte di San Silvestro avranno la possibilità di intercettare un numero maggiore di fruitori. Le premesse per un fine dell'anno buono ci sono tutte - conclude l'esponente dell'associazione di categoria - vogliamo solo evitare di trovarci davanti alla spiacevole sorpresa di sagre dell'ultimo minuto o di improvvisi mercatini ambulanti per la somministrazione temporanea”.

CAPODANNO A PISA: LAVORI IN CORSO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno, no alle sagre dell'ultimo minuto: "Salvaguardare chi paga le tasse tutto l'anno"

PisaToday è in caricamento