Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Carcere di Volterra: un corso di istruzione e formazione ad indirizzo enogastronomico

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

In riferimento alla richiesta dell’Istituto ITCG “F.Niccolini”, di poter attivare un Corso di Istruzione e Formazione ad indirizzo
Enogastronomico, all’interno della Casa Penale di Volterra, la cui Direzione ha promosso l'idea progettuale, l’Amministrazione Comunale si è espressa a favore ed a pieno sostegno di tale iniziativa. Le motivazioni che portano l’Istituto a proporre tale indirizzo, sono profondamente condivisibili, anzitutto perché una formazione di questo tipo può offrire un’opportunità concreta ai detenuti che, di norma, nel momento in cui possono usufruire di permessi orari quotidiani, sono impegnati prevalentemente nelle strutture di ristorazione presenti in città.

Di non poco conto il fatto che l’attivazione di un corso del genere non richiede di sostenere costi per attrezzature, in quanto la Casa Penale è dotata di cucine che rappresenterebbero i “laboratori” necessari e consoni all’attività pratica. Inoltre, e questo è un aspetto di totale novità, il corso potrebbe essere aperto alla frequenza da parte di studenti esterni, abbiano essi abbandonato la scuola superiore oppure si tratti di adulti inseriti nel tessuto lavorativo che abbiano perso il lavoro; da sottolineare che tale soluzione rappresenta un’opportunità di cui il territorio è sempre stato privo e verrebbe dunque ad essere una condizione favorevole ad inserimenti nel mondo della ristorazione che offre lavoro ad una zona a vocazione turistica come la nostra.

Qualora l’affluenza da zone circostanti lo richiedesse, si potrebbe ipotizzare che gli studenti adulti trovino ospitalità presso l’Ostello sito in Volterra, o capire quali opportunità possa fornire in questo senso una struttura come il Siaf. "In pochi giorni abbiamo richiesto e raccolto - comunica il sindaco Buselli - l'adesione convinta di Confcommercio, Confesercenti, Cna, Consorzio Turistico e Pro Volterra, oltre al sostegno ufficiale della Conferenza Educativa Zonale, presieduta dall'assessore Silvi, che rappresenta i Comuni di Montecatini, Castelnuovo, Pomarance, Monteverdi, Volterra, Casale, Montescudaio, Riparbella, Castellina e Guardistallo. Un altro momento importante di coesione e di politiche di
area efficaci e condivise".


Marco Buselli
sindaco di Volterra

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere di Volterra: un corso di istruzione e formazione ad indirizzo enogastronomico

PisaToday è in caricamento