Cronaca

CNR, la squadra si rinnova: nessun compenso percepito

L'Area della ricerca pisana del Consiglio Nazionale delle Ricerche va verso una struttura di governance moderna, snella, efficiente e efficace. Per questo il presidente Laforenza ha creato un nuovo team

L’Area della ricerca pisana del Consiglio Nazionale delle Ricerche è la più grande tra le 17 sedi del Cnr nazionale e rappresenta una vera e propria 'cittadella della Scienza' con13 istituti, oltre 1.500 persone, la presenza di importanti realtà quali la Fondazione 'Gabriele Monasterio', la Scuola Superiore Sant’Anna, Ericsson, e vari laboratori.

Nel rispetto dei regolamenti dell’Ente nazionale, il governo dell’Area richiede una struttura di governance che sia moderna, snella, efficiente e efficace. “Per questo, il primo passo della mia presidenza - spiega Domenico Laforenza, neo eletto presidente del Cnr pisano - è stato quello di proporre al Comitato di Area una struttura in grado di rispondere a questi requisiti”. La nuova squadra è così composta: Ottavio Zirilli, responsabile dell’Area, Eugenio Picano (Direttore dell’Istituto di Fisiologia Clinica), delegato per i rapporti intra-Area per aumentare la coesione e l’integrazione delle attività scientifiche, Maria Cristina Magli (Istituto di Tecnologie Biomediche) e Dr. Matteo Caleo ( Istituto di Neuroscienze), entrambi delegati per le relazioni con l’Università, la Scuola Normale Superiore, la Scuola Superiore Sant’Anna, Vincenzo Longo (Istituto di Biologia e Biotecnolgia Agraria), delegato per le relazioni con il mondo produttivo territoriale, Antonio Rizzo (Istituto per i Processi Chimico-Fisici), delegato ai rapporti internazionali.

“Il rapporto tra l’Area della Ricerca e gli Istituti pisani del Cnr con i territori nei quali sono localizzati e operano - conclude Laforenza - è un vero asset strategico per il nostro Ente la cui sistematizzazione e rafforzamento rappresentano un elemento cardine del mandato della presidenza nazionale del prof. Luigi Nicolais”.

Tutti i componenti della struttura di governance non percepiscono alcun compenso per il loro impegno.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CNR, la squadra si rinnova: nessun compenso percepito

PisaToday è in caricamento