Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Clonavano carte di credito per comprare beni di lusso: fermate 10 persone

Era un gruppo ben rodato quello smantellato dalla Guardia di Finanza di Pisa. I malviventi rubavano i dati delle carte grazie all'opera di un complice dipendente di un ristorante, poi compravano beni costosi in centri commerciali di varie città

Acquistavano beni di lusso con carte di credito clonate, rubando i dati tramite il lavoro da dipendente di un ristorante di un membro della banda. Sono stati i Finanzieri del Comando Provinciale di Pisa a portare a termine l'operazione 'Moulin Rouge', che ha portato al deferimento  di un gruppo criminoso di 10 persone, cittadini romeni e moldavi. Le accusate sono di frode informatica, associazione a delinquere, ricettazione e riciclaggio. I codici contraffatti con cui sono state comprate le merci sono stati riscontrati soprattutto in Toscana, nelle province di Pisa, Lucca, Pistoia, Firenze e Massa, più Bologna e Roma.

Proprio nella capitale si trovava il centro di compromissione, dove cioé attraverso l'apparecchio 'skimmer' venivano clonate le carte di credito degli ignari clienti di un ristorante, per mano di un dipendente del locale complice della banda. Attraverso l'attività di indagine, sia con immagini di videosorveglianza da diversi centri commerciali che testimonianze ed analisi delle abitudini di spesa del sodalizio, è stato ricostruito l'impianto di azione del gruppo. Poi i militari con servizi di osservazione e pedinamento sono riusciti ad individuare tutti i membri ed i vari immobili utilizzati come basi logistiche. Le successive perquisizioni hanno permesso di recuperare televisori, smartphone, notebook, climatizzatori ed anche vestiti ed accessori di marca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clonavano carte di credito per comprare beni di lusso: fermate 10 persone

PisaToday è in caricamento