Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Casa di riposo abusiva a Putignano: accertamenti anche sulle famiglie

I Carabinieri proseguiranno le indagini sul caso. Erano donne le 9 persone anziane ospitate, di almeno 80 anni, alcune non autosufficienti. Una è stata ricoverata per disidratazione

Immagine di repertorio

Emergono nuovi dettagli sulla struttura abusiva scoperta e chiusa dai carabinieri di Pisa con il supporto dei Nas di Livorno in zona Ospedaletto. La casa di riposo era una casa privata ed ospitava 9 donne, le cui età sono molto avanzate: una ha 95 anni, una 94 ed una 93; le altre fra i 91 e gli 80. Alcune di loro non sono autosufficienti. Al momento del blitz il medico ed i servizi sociali hanno trovato una delle anziane con i primi segnali di disidratazione, con quindi il suo trasporto in ospedale.

Gli inquirenti parlano di "condizioni appena soddisfacenti", con le donne che "non presentavano evidenti segni di maltrattamento, sebbene vivessero in ambienti assai ristretti". Alle due titolari, madre e figlia di 63 e 25 anni, sono contestati i reati di esercizio abusivo della professione sanitaria e abbandono di persone incapaci.

Le anziane sono state riaffidate per la gran parte ai familiari, due invece a strutture convenzionate. La posizione dei congiunti è "oggetto di approfondito esame" sostengono i Carabinieri. Si rileva infatti che venivano pagati in nero dai mille ai 2mila euro di retta mensile, costi inferiori alle rette pagate in case di riposo regolari, che risultano molto elevate specie quanto si tratta di persone non autosufficienti.

LE INDAGINI. I Carabinieri continueranno ad approfondire la vicenda, al fine di valutare la posizione di tutte le persone coinvolte. Le indagini sono partite da anomali movimenti nelle vicinanze della villetta nel corso dei servizi di osservazione per il monitoraggio delle vie d'accesso a Putignano, svolti prevalentemente in orario pomeridiano e serale. Un primo riscontro si è aveuto da diversi interventi di personale del 118, dove erano state accompagnate in ospedale persone in età molto avanzata, tutte donne.  

Dopo appostamenti, pedinamenti di diversi giorni e informazioni di diverse banche dati è emersa l'attività abusiva in atto, fino al blitz. Nel soggiorno dell'abitazione, una piccola parete in cartongesso, era stato ricavato un angolo dove erano sistemati due letti. In un'altra stanza di circa 20 metri quadri erano sistemate 6 anziane, con letti molto ravvicinati. Pare che gli scuri siano rimasti perennemente chiusi durante gli appostamenti. Senza tv. Un'altra anziana era sistemata in una terza stanza, mentre mamma e figlia dormivano una in cucina ed una in camera da letto.

Nel corso del servizio il personale operante ha inoltre contestato infrazioni amministrative sulle leggi regionali in materia di somministrazione di alimenti per un importo complessivo di 10mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa di riposo abusiva a Putignano: accertamenti anche sulle famiglie

PisaToday è in caricamento