Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Cascina

Cascina, Città del Teatro: si dimette parte del Cda

Michelangelo Betti e Fabiano Martinelli lasciano la direzione del Politeama a seguito dell'elezione del nuovo sindaco della città, resta in carica la sola Federica Geri

La Fondazione Sipario Toscana Onlus, ente gestore della Città del Teatro di Cascina, perde due consiglieri di amministrazione su tre. Hanno rassegnato le dimissioni il presidente Michelangelo Betti e Fabiano Martinelli, scelta che invece non ha fatto Federica Geri, che resta in carica fino a novembre. Sarà compito adesso del sindaco Susanna Ceccardi nominare i nuovi vertici del Politeama.

Una decisione quella dei dimissionari presa in modo correlato al risultato elettorale. Nella lettera che spiega il gesto si legge infatti che "le dimissioni sono state presentate a seguito dei risultati elettorali delle Elezioni Amministrative del 5 giugno e del successivo turno di ballottaggio del 19 giugno. Abbiamo ritenuto che questa sia la scelta più opportuna da diversi punti di vista. Da un lato cinque anni fa le nomine arrivarono con qualche mese di ritardo rispetto all'esito del voto ed è quindi opportuno tornare ad avvicinare la data di assegnazione degli incarichi a quella dell’insediamento del primo cittadino del Comune di Cascina".

Una motivazione tecnica, per quanto incide anche nella sostanza dell'attività. Spiegano i due dimissionari che "nelle prossime settimane il cda sarà chiamato ad approvare i cartelloni del teatro per la scuola, del teatro per i ragazzi e della stagione serale, le altre attività teatrali e quelle formative che andranno a estendersi almeno fino a metà 2017 ed è quindi necessario che, per salvaguardare le attività per la prossima stagione, il nuovo cda incontri il prima possibile la direzione artistica e il nucleo artistico per un confronto su tutte le attività".

La vita del teatro si basa infatti sui contributi regionali e ministeriali, per una cifra totale pari nel 2015 a 700mila euro su un bilancio di 1,6 milioni di euro. "Ci teniamo a segnalare che le dimissioni non fanno venir meno la disponibilità a collaborare con i nuovi amministratori della Fondazione, per far sì che nel periodo di passaggio delle consegne le attività possano proseguire ed essere pianificate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina, Città del Teatro: si dimette parte del Cda

PisaToday è in caricamento