Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Cascina: commemorato il Giorno del ricordo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Nella seduto di martedì scorso, 12 febbraio 2013, il Consiglio comunale di Cascina ha celebrato con un intervento del suo presidente, Paola Viegi, il Giorno del ricordo, che commemora le vittime dei massacri delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata.

«Gli eccidi delle foibe ed il successivo esodo costituiscono l'epilogo di una lotta - ha detto Viegi nel suo intervento- che si inserisce all'interno di un fenomeno più ampio e che fu legato all'affermarsi degli stati nazionali in territori etnicamente misti. Nel ventesimo secolo furono decine di milioni le persone coinvolte nei processi di assimilazione ed emigrazione forzata, che provocarono milioni di vittime. Molte delle realtà plurilinguistiche e multiculturali esistenti in Europa ed Asia ne uscirono distrutte».

«L’Italia è stata distratta verso gli italiani che fuggivano dalle terre occupate dagli jugoslavi. Eppure, ad ascoltare le loro verità  c’è molto da imparare, ci consente di capire che la stragrande maggioranza di quelle persone erano famiglie, lavoratori, operai, anziani, bambini che avevano la propria vita radicata in quelle terre».

«L’impegno delle nostre istituzioni deve essere quello di  trasferire la conoscenza di quei fatti in quanto questi avvenimenti fanno parte integrante della storia del nostro paese, e non solo, poichè lo scenario odierno ci contestualizza tutti in una unica  grande comunità che è l’Unione europea e che dunque ci rende tutti concittadini  e co-attori di un unico destino».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina: commemorato il Giorno del ricordo

PisaToday è in caricamento