Caso Ragusa, lettera anonima a 'Chi lo ha visto?': "Indagate sul suicidio di un uomo"

Torna in trasmissione il caso dell'imprenditrice scomparsa con nuove ipotesi su quanto accaduto ormai 6 anni fa

"Indagate su un uomo suicidatosi a Pisa nel 2016 sotto il treno della linea ferroviaria Pisa-Lucca. Lavorava al cimitero di Pisa ex tossico dipendente... nella sua vita ha sempre avuto problemi di natura economici. Dopo la scomparsa della Ragusa ha iniziato ad avere problemi psicologici c'era qualcosa che lo tormentava... al momento della sua morte hanno trovato un lingotto d'oro nella cassaforte".

E' questo il testo della lettera anonima, al netto degli omissis, che la trasmissione di Rai 3 'Chi l'ha visto?' ha mostrato ieri sera, 17 gennaio. Un'indicazione di indagine che potrebbe rappresentare una traccia per arricchire la ricostruzione dei fatti del caso che, a distanza di ormai 6 anni dalla scomparsa della donna, al momento vede imputato e condannato in primo grado il marito Antonio Logli per omicidio e distruzione di cadavere. L'appello per lui inizierà fra pochi mesi.

Una storia quella di Gello il cui ascendente sull'opinione pubblica è sempre rimasto forte, così come il ricordo di Roberta. Chiaro quindi che, come ha sottolineato la stessa conduttrice del programma Federica Sciarelli, nel tempo si sono succedute voci e missive poi non corroborate da riscontri effettivi, rimanendo così esclusivamente congetture senza fondamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

Torna su
PisaToday è in caricamento