Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Castelfranco: dalla Casa del Popolo sostegno alle adozioni a distanza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

A Novembre scorso si è conclusa l’edizione 2016 della Sagra del Porcino e della Chianina di Castelfranco di Sotto che per l'ennesimo anno ha registrato un vero boom di presenze confermandosi come un evento capace di valorizzare un prodotto locale ed allo stesso tempo capace di attirare a Castelfranco persone da ogni parte della Toscana e d’Italia con la presenza di alcuni turisti stranieri. Servirà una attenta riflessione nei prossimi mesi per un maggior coinvolgimento dei commercianti e del tessuto associativo per far crescere ulteriormente la manifestazione.

Intanto, grazie alla proficua collaborazione con la Sezione soci Valdarno Inferiore Unicoop Firenze, la Casa del Popolo ha deciso di devolvere parte dell'incasso della Sagra a progetti di solidarietà a favore della Fondazione Il Cuore si Scioglie Onlus aderendo al progetto "Libano-Città di Tripoli del Libano, nel nord del Paese, Quartiere di Bab El Tebbaneh" promosso da Arci Toscana e dalla Fondation René Moawad, attivando due adozioni a distanza. Gli affidamenti a distanza serviranno a finanziare per un anno le attività di sostegno scolastico, medico, psicologico e legale rivolte agli adolescenti lavoratori del quartiere povero di Bab el Tebbaneh, attualmente scenario di violenti scontri armati ripercussione della guerra siriana in Libano. Vista la peculiare situazione dell’area e nello specifico del quartiere, quest’anno le attività saranno rivolte in modo particolare ai bambini di origine siriana profughi in Libano, che non hanno accesso all’istruzione da circa tre anni. Le attività del centro saranno quindi indirizzate ai bambini e alle bambine libanesi e siriani per costruire integrazione nell’area e garantire il diritto all’educazione anche ai bambini fuggiti dal terribile conflitto siriano.

"Lo scorso luglio abbiamo festeggiato i 50 anni della Casa del Popolo – ha affermato Salvatore Morena, presidente della Casa del Popolo Castelfranco –  e con questa donazione a favore di un’associazione del territorio vogliamo ribadire i nostri valori sociali e di solidarietà che non devono mai venir meno.  Con una parte dei proventi della Sagra della Chianina distribuiremo prossimamente contributi ad altre associazioni benefiche del territorio e presenteremo per trasparenza il nostro bilancio all’amministrazione comunale nonchè a tutti i volontari della Sagra. Vogliamo marcare la diversità della nostra manifestazione che non solo si impegna nel promuovere prodotti locali e di qualità ma allo stesso tempo deicide spontaneamente di devolvere parte degli incassi a progetti di solidarietà, sociali e di aiuto a persone meno fortunate di noi. Voglio sentitamente ringraziare il presidente della sezione soci Coop Valdarno Inferiore, Rutilio Fioravanti, per il sostegno e la collaborazione alla nostra manifestazione che ha permesso di raggiungere ottimi traguardi - conclude il Presidente Morena".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco: dalla Casa del Popolo sostegno alle adozioni a distanza

PisaToday è in caricamento