Cronaca

Pisa celebra il 25 Aprile, il sindaco: "La Liberazione è manifestazione di tutti"

La giornata di cerimonia è iniziata sotto Palazzo Gambacorti, alla presenza delle Autorità civili e militari della città

Pisa celebra il 25 aprile. Il programma istituzionale della Festa della Liberazione è iniziato stamani alle ore 10 sotto le Logge di Palazzo Gambacorti, dove le autorità cittadine si sono raccolte per ricordare il valore della ricorrenza: "Celebrare il 25 aprile - ha detto il sindaco Marco Filippeschi - non è un rito di maniera e non potrebbe esserlo soprattutto vista l'attualità dei temi che ci legano alla Resistenza. La Liberazione è stata una pagina fondamentale della storia italiana, fu lotta di popolo. Celebrare la Liberazione e dare valore all'antifascismo non è una manifestazione di parte, ma una manifestazione che è di tutti e per tutti, come di tutti è la Costituzione".

"Ogni anno il 25 aprile - ha proseguito il primo cittadino - ci richiama ad un impegno preciso, quello di far vivere i ricordi e i valori che questa giornata rappresenta. In questi anni abbiamo voluto creare un percorso che ha coinvolto Enti, Associazioni e Istituzioni a partire da Anpi; Aned e Comunità Ebraica e fino alle Università e al Cnr. 'Pisa Non Dimentica': un programma che coinvolge la città e in modo particolare le scuole e i giovani, con  tante iniziative che consentano di avere conoscenza della storia e consapevolezza dei momenti fondanti dell'Italia repubblicana. Un programma che parte dal tragico ricordo della firma delle Leggi Razziali in San Rossore il 5 settembre del 1938, della quale quest'anno ricorrono gli 80 anni. Una tragica pagina che abbiamo voluto sottolineare perché non venga dimenticata e con un doveroso tributo alla Comunità Ebraica. Un'occasione per riflettere sul Fascismo e sulla sua nascita ed evoluzione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa celebra il 25 Aprile, il sindaco: "La Liberazione è manifestazione di tutti"

PisaToday è in caricamento