Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Pisa non dimentica: il ricordo dei bombardamenti del 31 agosto 1943

E' stato reso omaggio alle vittime di quei tragici eventi

Una corona di alloro sulla lapide che ricorda le donne, gli uomini, i bambini e le bambine del quartiere di Porta a Mare, vittime del bombardamento che annientò la vita di cittadini e cittadine e distrusse la città d’arte e di industria. Un rito semplice, accompagnato dalla presenza di tutte le autorità civili e militari cittadine, per tenere viva la memoria di un tragico momento di 73 anni fa. Sette minuti che cambiarono il volto di Pisa e la sua storia, sette minuti che ci portano a ricordare e a riflettere sulle cause che allora, come oggi, portano agli eventi.

Un rito che perde la sua ritualità quando, proiettate dalla cinecicletta del Progetto Memorysharing/Acquario della memoria curato da Lorenzo Garzella, scorrono le immagini della città distrutta e le testimonianze di chi a quegli eventi era presente (www.memorysharing.it).

Alla cerimonia erano presenti il vicesindaco di Pisa Paolo Ghezzi; l’assessore Marilù Chiofalo; il presidente ANPI provinciale Bruno Possenti; la vicepresidente del Consiglio Comunale Maria Chiara De Neri; la presidente del CTP2 Benedetta Di Gaddo; il consigliere regionale Andrea Pieroni e l’assessore del Comune di San Giuliano Terme Mauro Becuzzi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa non dimentica: il ricordo dei bombardamenti del 31 agosto 1943

PisaToday è in caricamento