Cronaca

Pisa non dimentica: il programma delle celebrazioni

Dai bombardamenti del 31 agosto 1943 alla liberazione del 2 settembre 1944 passando dalla firma delle leggi razziali il 5 settembre del 1938

“Ricordiamo i sacrifici della guerra, la lotta per liberazione, gli eccidi e tutti gli eventi che a questi eventi portarono, pensando al clima xenofobo che maturò negli anni precedenti. Un clima che non è dissimile da quello che stiamo vivendo oggi e che va analizzato proprio a partire dalla memoria degli eventi che in questi giorni ricordiamo per dare sostanza alla lotta per la pace". Questo il commento del sindaco di Pisa Marco Filippeschi durante la conferenza stampa di presentazione del programma delle celebrazioni di 'Pisa non dimentica', che va dal 31 agosto fino a fine settembre, “un programma ricco e articolato - ha poi precisato il primo cittadino - al quale, come ormai consuetudine, prendono parte associazioni ed enti cittadini contribuendo a garantire una diffusione della memoria su più piani e con più linguaggi”.

Il programma del mese di settembre inizia con il ricordo dei bombardamenti del 31 agosto 1943. Proprio il 31 agosto alle ore 11.00 presso il Sostegno del Canale dei Navicelli si svolgerà la cerimonia di commemorazione ed a seguire, presso la chiesa di S. Giovanni Al Gatano, si svolgerà la messa di suffragio.

Il 2 settembre si ricorderà invece la Liberazione della città. Si inizierà alle 9.00 con le deposizioni di corone di alloro alle lapidi dei cimiteri cittadini e si proseguirà con una messa nella chiesa di Santa Caterina. Alle 11.30, dopo la deposizione della corona sotto le Logge di Palazzo Gambacorti, in Sala delle Baleari si svolgerà la cerimonia ufficiale alla quale parteciperanno i ragazzi delle scuole superiori che hanno preso parte ai viaggi studio dell’ANED presso i campi di sterminio.

Il 4 settembre alle ore 10.00 si ricorderà l’eccidio di S. Biagio (presso il monumento di Piazza 2 Agosto).

Il 5 settembre, Giornata della Memoria contro la persecuzione verso ebrei ed ebree e contro ogni razzismo, si ricorderà la firma delle leggi razziali italiane avvenuta a S. Rossore il 5 settembre del 1938. Alle ore 16.00 presso la Sala delle Baleari, il prof. Mario Toscano associato di storia contemporanea presso l’Università di Roma terrà una lectio magistralis sul tema: 'L’Italia, gli ebrei e la Palestina 1938-1948'.

Il 26 settembre si svolgerà invece un evento dedicato a Giorgio Nissim con l’apposizione di una targa a sua memoria e con uno spettacolo (il programma definitivo verrà comunicato in seguito).

“Il programma degli eventi di settembre - ha sottolineato l’assessore Marilù Chiofalo - collega idealmente la fase finale del nazifascismo e gli eventi che a questo portarono, prima fra tutte la firma delle leggi razziali italiane. La realizzazione vede la partecipazione attiva ed emotiva di Enti, Associazioni e Comunità cittadine che sono ormai la spina dorsale, coordinata dal Comune di Pisa, della nostra memoria”.

Ha collaborato al programma ed alla realizzazione degli eventi l’Associazione 'Acquario della memoria – Memory sharing' che proporrà testimonianze video durante gli appuntamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa non dimentica: il programma delle celebrazioni

PisaToday è in caricamento