Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Cascina

Cascina, parte il censimento delle colonie feline: gattari chiamati a raccolta

Il Comune avvia il controllo delle colonie feline. Sarà inviata una lettera a tutti i soggetti che si prendono cura dei gatti randagi per conoscere nel dettaglio l’entità del fenomeno. Dieci giorni per rispondere nei particolari

Dopo un periodo di ricognizione conoscitiva sul proprio territorio, il Comune di Cascina avvia il censimento delle colonie di gatti. La mappatura consentirà di tenere sotto controllo la popolazione felina e permetterà a chi se ne prende cura di vedersi riconosciuto il ruolo di soggetto preposto alla cura di questi animali.

La mappatura avverrà con una lettera inviata a tutte le persone, le associazioni, gli enti che hanno segnalato colonie di gatti. La lettera è accompagnata da una scheda da compilare con i dati relativi alla colonia: numero di gatti presenti, maschi, femmine, cuccioli; i nominativi delle persone che si prendono cura dei gatti; la situazione ambientale in cui si trova la colonia (strada, giardino, cantiere, ruderi abbandonati, ecc...).

La scheda contiene anche la richiesta per riconoscere la colonia felina e la dichiarazione di rispettare la legge regionale e il regolamento comunale per la tutela degli animali, regolamento che all'articolo 8 comma 6 recita: “Al cittadino gattaro è permesso l’accesso, al fine dell’alimentazione e della cura dei gatti, a qualsiasi habitat nel quale i gatti trovano cibo, rifugio e protezione (nel rispetto delle norme relative alla proprietà privata). I gattari sono obbligati a rispettare le norme per l’igiene del suolo pubblico e del decoro urbano evitando la dispersione di alimenti, provvedendo alla pulizia della zona dove i gatti sono alimentati dopo ogni pasto ed asportando ogni contenitore utilizzato per i cibi solidi ad esclusione del contenitore per l’acqua”. 

La richiesta compilata deve pervenire all'Ufficio protocollo del Comune (in Corso Matteotti 90) entro dieci giorni dal ricevimento, corredata di copia del documento di riconoscimento di chi ha compilato il modulo.

"Il nostro obiettivo è tenere sotto controllo le colonie feline - dice Giorgio Catelani, assessore all’ambiente di Cascina - e allo stesso tempo impedire che i gatti costituiscano un problema a livello di igiene pubblica. La decisione della giunta di procedere al censimento giunge a seguito di una ricognizione condotta sulla base di dati che il Comune aveva già in suo possesso ma vecchi di alcuni anni, che indicavano la presenza di una ventina di colonie feline più o meno grandi: dal piccolo gruppo di 5-6 gatti alla colonia vera e propria, composta anche da venti individui".   

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Servizio ambiente del Comune, tel. 050 719227-719273-719306-719324, che si trova in via Tosco Romagnola 199 a Cascina, email ambiente@comune.cascina.pi.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina, parte il censimento delle colonie feline: gattari chiamati a raccolta

PisaToday è in caricamento