Cronaca

Calci: sconto sulla retta di frequenza dei centri estivi

Il Comune stanzia 25 euro a settimana per ciascuna famiglia con un bambino che frequenta un'attività organizzata sul proprio territorio

Un contributo di 25 euro a settimana per abbattere i costi della retta di frequenza ai campi solari organizzati sul territorio. Aumenta l’importo stanziato dal Comune di Calci che ha previsto un ulteriore incentivo economico per tutti i bambini residenti in Valgraziosa che prenderanno parte ai campi estivi. Un gesto concreto che poggia le basi su finanziamenti del Governo e sull’azione già avviata dall’amministrazione comunale che, in considerazione di un necessario allineamento ai bisogni delle famiglie e di una riorganizzazione dei servizi volti a favorire occasioni di svago e aggregazione per i più piccoli che risultano esser tra i più penalizzati dagli effetti della pandemia e dal lungo periodo di isolamento, ha voluto fare la sua parte tendendo la mano alle famiglie. E proprio in quest’ottica il Comune della Valgraziosa ha previsto un incremento dello 'sconto' settimanale per i bambini residenti a beneficio delle tasche delle famiglie in modo tale da incentivare da un lato la partecipazione dei piccoli prevedendo rette più accessibili e finanziare dall’altro una parte delle maggiori spese dovute all’emergenza epidemiologica.

Ecco che l’abbattimento delle rette sale a 25 euro a settimana per ciascun bambino residente a Calci (la riduzione sarà automaticamente applicata per i campi solari che saranno prenotati e dovrà invece essere applicata dagli organizzatori con rimborso alle famiglie che hanno già pagato una retta più alta). Un aiuto concreto è stato poi previsto dall’amministrazione comunale per sostenere le situazioni più delicate e fragili. A tal fine il Comune mette a disposizione anche un contributo di massimo 700 euro per i costi degli accompagnatori dedicati ai bambini residenti diversamente abili certificati accolti nei centri estivi nonché un contributo per la frequenza agevolata di bambini residenti in condizione di disagio socioeconomico segnalato dai servizi sociali territoriali. "Crediamo nell'alto valore educativo dei campi estivi - commenta l'assessore al Sociale Valentina Ricotta - per questo il nostro impegno da sempre è quello di favorirne la realizzazione e la più ampia partecipazione dei bambini, affinché vivano esperienze di gioco, di conoscenza e di socialità".

A concludere è il sindaco Massimiliano Ghimenti: "Ringrazio i nostri uffici perché sono riusciti a mettere a frutto le risorse inviate dal Governo in tempi davvero da record. Voglio inoltre ringraziare pubblicamente tutte le realtà che organizzano i campi estivi perché come sempre, e più di sempre, fanno un qualcosa di essenziale per i nostri bimbi e a servizio di centinaia di famiglie calcesane".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci: sconto sulla retta di frequenza dei centri estivi

PisaToday è in caricamento