Rifiuti: riaprono agli utenti i Centri di Raccolta

L'assessore Bedini: "Si raccomanda di accedervi solo per assoluta necessità e di evitare di andare tutti i primi giorni"

A partire da lunedì 11 maggio Geofor riaprirà tutti i tre i Centri di Raccolta (CDR) di Pisa, che si trovano in via di Pindemonte, via delle Giunchiglie a Tirrenia e a Ponte alle Bocchette a Putignano, per il conferimento di tutti i rifiuti differenziati per i quali non esiste un’alternativa alla raccolta, come olio minerale, legno, metalli, inerti, penumatici, rifiuti pericolosi, oltre ai grandi sfalci di potatura, a tutti i rifiuti ingombranti e ai rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

"Dopo una prima proposta molto limitativa da parte dell’Azienda sul ripristino del servizio - spiega l'assessore all’ambiente del Comune di Pisa Filippo Bedini - la nostra amministrazione, coordinata con i Comuni di Calci, San Giuliano Terme e Cascina, è intervenuta per richiedere l’estensione del servizio a tutti gli utenti, l’allargamento della tipologia di rifiuti e la possibilità di accedere senza prenotazione. Sulla base delle nostre richieste, Geofor ha quindi rielaborato la proposta di apertura, allargandola a tutte le utenze domestiche e non domestiche e senza necessità di prenotazione. Tuttavia, per limitare i disagi e le attese, raccomandiamo fortemente agli utenti di recarsi al CDR solo per assoluta necessità, evitando di conferire i rifiuti che possono essere raccolti in altre modalità, come carta, multimateriale, organico, vetro, e usufruendo del servizio di ritiro di ingombranti, sfalci e potature a domicilio su appuntamento".

"Lo ripeto - conclude l’assessore - perché è fondamentale: invito i cittadini a non prendere d'assalto i CDR, ma ad assumere comportamenti pazienti e coscienziosi. Preghiamo vivamente chi non ha urgenza, perché magari ha un garage o un giardino dove poter stoccare i propri materiali da conferire, di non andare subito nei primi giorni di apertura, ma di attendere qualche giorno affinchè la situazione ai Centri di Raccolta si possa normalizzare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Ufficio Ambiente raccomanda inoltre di utilizzare i 5 Centri ambientali mobili per rifiuti (che si trovano in Largo Marinai d’Italia, Piazza Caduti di Cefalonia, Via Alessandro da Morrona, Via Tino da Camaino, Largo Betti a Marina di Pisa) dove si ricorda che è possibile conferire piccoli elettrodomestici, neon, bombolette spray, flaconi vuoti che contenevano sostanze pericolose, batterie al piombo, pile, farmaci, oli da cucina, toner. A causa delle limitazioni dovute all'emergenza sanitaria, Geofor specifica che sarà ammesso all’interno dei Centri di Raccolta solo l'autista del mezzo munito di tessera utente Tari, che dovrà effettuare i conferimenti da solo senza alcun supporto degli operatori Geofor e potrà entrare solo un utente per volta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento