rotate-mobile
Cronaca Tirrenia

Tirrenia, centro massaggi a luci rosse: nascondeva attività di prostituzione

I Carabinieri da mesi hanno tenuto il locale sotto controllo: decisive poi sono state le ammissioni di alcuni clienti. Il centro, gestito da una cinquantenne cinese, nascondeva in realtà un'attività di prostituzione svolta da alcune giovani donne

Una casa di appuntamenti in un centro massaggi a Tirrenia. I Carabinieri di Pisa hanno sequestrato il locale e denunciato la proprietaria, L.F., una cinese cinquantenne, per violazione della 'legge Merlin'. Nel centro, infatti, secondo i militari, i clienti ottenevano prestazioni sessuali in aggiunta ai trattamenti benessere.

Per mesi gli investigatori hanno tenuto il centro sotto osservazione e, dopo aver raccolto indizi sufficienti, sono intervenuti chiudendolo e ponendolo sotto sequestro preventivo. Sono state decisive anche le dichiarazioni di alcuni clienti che, interrogati dai Carabinieri, hanno ammesso di recarsi lì per ricevere prestazioni sessuali a pagamento. In questo modo è stato possibile dimostrare che il centro massaggi, in regola sotto l'aspetto normativo, era in realtà una copertura dell'attività di prostituzione svolta da alcune giovani donne, tutte cinesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirrenia, centro massaggi a luci rosse: nascondeva attività di prostituzione

PisaToday è in caricamento