Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca

Anniversario della Guardia di Finanza: nel 2022 individuati 62 evasori totali e sequestrati oltre 500 chili di droga

La cerimonia si è svolta agli Arsenali Repubblicani

Mattinata di festeggiamenti e celebrazioni per la Guardia di Finanza, che ha tagliato il traguardo dei 249 anni di attività. Anche a Pisa si è svolta la celebrazione per questa ricorrenza: agli Arsenali Repubblicani hanno preso parte tutte le massime cariche civili e militari della città, insieme ai membri del Comando provinciale. Con l'occasione la Guardia di Finanza ha elencato anche tutti i risultati raggiunti nel 2022 e gli ambiti nei quali ha operato sul territorio pisano. Nell'anno appena trascorso e nei primi cinque mesi del 2023, la Guardia di Finanza di Pisa ha eseguito circa 9.000 interventi ispettivi e 618 indagini per contrastare gli illeciti economico-finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell’economia: un impegno 'a tutto campo' a tutela di famiglie e imprese, destinato ad intensificarsi ulteriormente per garantire la corretta destinazione delle risorse del PNRR.

CONTRASTO DELLE FRODI SUL CREDITO D'IMPOSTA E DELL'EVASIONE FISCALE. Le attività investigative e di analisi sui crediti d’imposta agevolativi in materia edilizia ed energetica hanno permesso di sequestrare crediti inesistenti per un ammontare di circa 840mila euro. Sono stati individuati 62 evasori totali, ossia esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo completamente sconosciuti al fisco (molti dei quali operanti attraverso piattaforme di commercio elettronico), e 51 lavoratori in 'nero' o irregolari.

I soggetti denunciati per reati tributari sono 85, di cui 8 tratti in arresto. Il valore dei beni sequestrati quale profitto dell’evasione e delle frodi fiscali è di oltre 2 milioni di euro. Sono state avanzate 6 proposte di cessazione della partita Iva e di cancellazione dalla banca dati Vies nei confronti di soggetti economici connotati da profili di pericolosità fiscale. Sono stati eseguiti 28 interventi in materia di accise. 222 sono, invece, i controlli doganali sulle merci introdotte sul territorio nazionale in evasione d’imposta, contraffatte o in violazione delle norme sulla sicurezza. Le attività di contrasto al contrabbando hanno portato al sequestro di 434 chili di tabacchi lavorati esteri e alla denuncia di 1 responsabile. I controlli e le indagini contro il gioco illegale hanno permesso di verbalizzare 31 soggetti.

TUTELA DELLA SPESA PUBBLICA. L’attività della Guardia di Finanza nel comparto della tutela della spesa pubblica è orientata a vigilare sul corretto utilizzo delle risorse nazionali e dell’Unione Europea per la realizzazione di interventi a sostegno di imprese e famiglie. Le direttive operative impartite per il corrente anno mirano, in particolare, al presidio dei progetti e degli investimenti finanziati con risorse del PNRR. Ciò anche in ragione del ruolo affidato al Corpo nell’ambito del sistema di governance del Piano. Le frodi scoperte ai danni delle risorse dell’Unione europea ammontano a oltre 200mila euro mentre quelle relative ai finanziamenti nazionali, alla spesa previdenziale e assistenziale sono risultati essere oltre 850mila euro.

In materia di reddito di cittadinanza sono stati eseguiti 71 controlli, tutti selettivamente orientati grazie a mirate analisi di rischio sviluppate dalla Componente speciale, che hanno consentito di accertare contributi indebitamente richiesti e/o percepiti per circa 400mila euro, e denunciare 59 responsabili. In tema di appalti, sono state monitorate procedure contrattuali per circa 2 milioni e 900mila euro.

L’azione del Corpo nel contrasto ai fenomeni corruttivi e ad altri delitti contro la Pubblica Amministrazione è stata svolta facendo leva sulle peculiari potestà investigative che connotano la polizia economico-finanziaria e sviluppando indagini strutturate, di natura tecnica, finanziaria e patrimoniale, volte a ricostruire le regie criminali e il ruolo dei soggetti coinvolti. In tale comparto, sono stati denunciati 2 responsabili.

CONTRASTO DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA ED ECONOMICO-FINANZIARIA. In materia di riciclaggio e autoriciclaggio è stato eseguito 1 intervento, che ha portato alla denuncia di 20 persone. Sono state analizzate 158 segnalazioni di operazioni sospette. Ai confini terrestri e marittimi sono stati eseguiti circa 400 controlli sulla circolazione della valuta con la scoperta di illecite movimentazioni per oltre 4 milioni e 500mila euro e l’accertamento di 367 violazioni.

Ammontano a oltre 66mila euro i sequestri di valuta, titoli, certificati e valori bollati contraffatti. In materia di reati fallimentari e del codice della crisi d’impresa i beni sequestrati ammontano a circa 120mila euro su un totale di patrimoni distratti di oltre 1 milione e 500mila euro. In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 32 soggetti, conclusi con l’applicazione di provvedimenti di sequestro e confisca per un totale di circa 400mila euro.

Sono stati eseguiti, poi, oltre 1.000 accertamenti a seguito di richieste pervenute dai prefetti della Repubblica, funzionali al rilascio della documentazione antimafia. Nel periodo in esame, i Reparti del Comando Provinciale di Pisa hanno sequestrato circa 541 chili di sostanze stupefacenti, in prevalenza costituite da cocaina (kg 1,5), hashish (oltre kg 471) e marijuana (circa 64 kg), denunciando all’Autorità Giudiziaria 16 soggetti (di cui 7 in stato di arresto) e segnalandone 215 ai prefetti.

Il contrasto ai traffici illeciti, in generale, viene assicurato anche nell’ambito del Servizio 117, oggetto di recenti interventi in campo operativo, addestrativo e tecnico-logistico, finalizzati a incrementare la prontezza operativa e l’efficacia d’intervento delle pattuglie sul territorio e dei mezzi navali, a riscontro delle segnalazioni del cittadino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anniversario della Guardia di Finanza: nel 2022 individuati 62 evasori totali e sequestrati oltre 500 chili di droga
PisaToday è in caricamento