Cronaca

Cerimonia alla Meloria: le immagini più belle negli scatti di Marialuisa Pepi

Ricordato il 734° anniversario della Battaglia della Meloria con le autorità civili e militari di Pisa. Soddisfazione del Presidente de Il MOSAICO Riccardo Buscemi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Lunedì 6 Agosto 2018, 734° Anniversario della Battaglia della Meloria, con l'associazione culturale Il Mosaico (Riccardo Buscemi, presidente), con l'Accademia dei Disuniti (Ferdinando Ciampi, Console), l'Associazione Nazionale Marinai d'Italia (Paolo Mazzei, Presidente), la Lega Navale Pisa (Enzo Meucci, Presidente), l'Archeo Club Pisa (Evita Pachetti Ceccarelli, Presidente) e l'Associazione degli Amici di Pisa (Stefano Ghilardi, Presidente) è stata organizzata la ormai tradizionale cerimonia in mare di commemorazione dei caduti pisani di tutte le guerre. Le Autorità presenti alla cerimonia in mare erano: Raffaella Bonsangue, vicesindaco di Pisa, Virginia Mancini e Maurizio Nerini, consiglieri comunali, l'ammiraglio Rosario Gioia Passione, direttore Cisam, il Magg. Domenico Cerqua, 185° RRAOO di Livorno, ed infine il luogotenente Aniello Avigliano, comandante Stazione Carabinieri di Marina di Pisa.

La cerimonia si è svolta grazie alla Capitaneria di Porto che ha a messo a disposizione una motovedetta sulla quale sono state imbarcate le Autorità Civili e Militari, seguita da un corteo di 7 barche partita dal Porto di Pisa verso le Secche della Meloria, dove si è svolta la cerimonia di commemorazione dei caduti pisani in mare di tutte le guerre (preghiera del Marinaio, benedizione e lancio di corona in mare). Al rientro in porto “vin d’honoeur” offerto dal Porto di Pisa, grazie a Simone Tempesti. Da sottolineare lo spirito di sinergia tra le 6 associazioni che hanno organizzato l’iniziativa in mare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerimonia alla Meloria: le immagini più belle negli scatti di Marialuisa Pepi

PisaToday è in caricamento