Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Marina di Pisa

6 agosto 1284, battaglia della Meloria: gettata in mare una corona di alloro

Per la prima volta la cerimonia è partita, con una motovedetta della Capitaneria, dal Porto di Marina di Pisa. Riccardo Buscemi: “Dedichiamo questa cerimonia ai due marò ancora in attesa di un processo in India!”

E’ stata una cerimonia di grande emozione. Questa mattina una motovedetta della Capitaneria, dal Porto di Marina di Pisa (per la prima volta, perché lo scorso anno era partita dal porto di Livorno), con alcuni rappresentanti dell’associazione culturale 'Il Mosaico', si è diretta verso la Torre della Meloria dove è stata lanciata una corona d’alloro nel mare per ricordare la battaglia del 6 agosto del 1284, persa dai pisani contro i genovesi, avvenuta proprio in quel tratto di mare.

Dopo gli interventi di Riccardo Buscemi, nella doppia veste di vicepresidente del Consiglio Comunale e di presidente dell’associazione 'Il Mosaico', “dedichiamo questa cerimonia ai due marò in India ancora in attesa del processo”, di Giovanni Garzella, quale rappresentante del Consiglio Comunale, “un momento storico per tutta la città”, di Ranieri Del Torto, presidente del Consiglio Comunale, “ricordare la nostra storia significa difendere le nostre radici”, e, infine, di Simone Tempesti, amministratore unico del Porto di Pisa, “questo Porto è il segno della riconquista del mare da parte della nostra città”, è seguita, poi, in una atmosfera di grande suggestione, proprio davanti alla Torre della Meloria, la lettura della preghiera del marinaio a ricordo di tutti i caduti pisani in tutte le guerre.

Nella battaglia della Memoria i pisani che rimasero uccisi furono tra i 5 e i 6 mila, mentre i prigionieri furono quasi 11 mila. Tra questi anche Rustichello che nelle prigioni genovesi scrisse, per conto di Marco Polo, il famoso 'Il Milione'. Dopo 13 anni di prigionia fecero ritorno in patria solo un migliaio di pisani. 

Alla manifestazione, promossa dall’associazione culturale 'Il Mosaico', e con il patrocinio del Comune di Pisa, erano anche presenti Sergio Brondi e Alessandro Bigagli dell’associazione Amici di Pisa e Ferdinando Ciampi, console dell’Accademia Disuniti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

6 agosto 1284, battaglia della Meloria: gettata in mare una corona di alloro

PisaToday è in caricamento