Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Pisano arrestato alla manifestazione No Tav: è libero

Scarcerati Cesare e gli altri due attivisti dopo il fermo operato dalla Digos presso il cantiere di Chiomonte in Val di Susa. Per lui obbligo di dimora a Pisa e firma due volte a settimana

La manifestazione di sabato pomeriggio 9 dicembre. Foto Alessandro Scatà

Sono di nuovo liberi i tre manifestanti No Tav bloccati lo scorso 8 dicembre dalla Digos in Val di Susa, durante un'azione di protesta al cantiere dell'opera nel comune di Chiomonte. Fra loro Cesare, operaio dell'indotto Piaggio di Pisa, esponente del centro sociale Newroz ed attivo in città anche nella lotta anti-sfratti del Progetto Prendocasa.

Per lui è stato convalidato l'arresto, con l'autorità giudiziaria torinese che ha disposto l'obbligo di dimora in provincia di Pisa e l'obbligo di firma bisettimanale. Le accuse sono resistenza a pubblico ufficiale, travisamento e possesso ed esplosione di ordigni e materiali esplodenti. Secondo la ricostruzione della Questura infatti i giovani fermati sono stati sorpresi nell'atto di lanciare alcuni razzi e bombe carta.

In città alla diffusione della notizia dell'arresto ci sono state mobilitazioni e manifestazioni di solidarietà. Poi la liberazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisano arrestato alla manifestazione No Tav: è libero

PisaToday è in caricamento