Arriva la bella stagione: 40 cestini in più nel centro storico

Oltre ai 20 fissi sui lungarni, nei weekend verranno utilizzati cestini mobili nelle piazze della movida

Come ogni primavera, Avr, il global service del Comune di Pisa, ha posizionato i venti cestini aggiuntivi per i rifiuti sui Lungarni. I cestini, in cemento e ricoperti in graniglia, sono capienti e si trovano nelle porzioni di Lungarni più bazzicate da giovani e turisti: Galilei e Gambacorti a Mezzogiorno, Mediceo e Pacinotti a Tramontana. In particolare 6 sul lato sud e 14 sul lato nord.

Contemporaneamente altri 20 cestini mobili, di plastica con le rotelle, differenziati per vetro e plastica, verranno posizionati nei weekend in piazza Sant’Omobono, piazza delle Vettovaglie e piazza dei Cavalieri. I bidoni saranno posti alle ore 20 e rimossi alle 8 circa del mattino successivo dagli addetti alle pulizie.

Per chi si chiede perché i cestini sono installati solo a primavera

La ragione è questa: nel periodo invernale e autunnale, per il rischio di esondazioni, i Lungarni devono rimanere liberi da ogni oggetto che possa intralciare le operazioni di messa in sicurezza delle spallette.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento