menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Nicola Nuti

Foto Nicola Nuti

Chiesa San Francesco: terminata la ricognizione del tetto

Terminata la ricognizione interna della copertura, fatta con la grossa gru che dal 16 febbraio scorso occupava parte dell'edificio. Ora tocca alla facciata

E' terminata la prima fase della ricognizione dello stato di conservazione del tetto della Chiesa San Francesco, interessata dal crollo avvenuto lo scorso 16 settembre 2015. E' da quella data che una grossa gru ha campeggiato all'interno dell'edificio sacro per permettere le operazioni di verifica, compiendo gradualmente il giro completo di tutta la struttura.

L'utilizzo dell'ingombrante strumento ha permesso di monitorare l'intera attuale situazione di tutto il tetto, al fine di individuare il tipo di intervento da realizzare per la totale messa in sicurezza della struttura da parte della Soprintendenza.  

Le attività religiose e le visite turistiche, seppure ostacolate e con i dovuti accorgimenti di sicurezza, sono proseguite normalmente. Solo il portone centrale è rimasto costantemente chiuso, sempre per motivi di sicurezza del cantiere. Le tre cappelle laterali, compresa quella dove si trova la famosa tomba del Conte Ugolino Della Gherardesca, ad oggi sono ancora chiuse a causa delle infiltrazioni d'acqua quando piove.

Ora la gru si sposta sulla piazza per esaminare dettagliatamente la facciata. Tutti i lavori sono stati documentati quasi quotidianamente sul sito della Parrocchia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ricette locali, la trippa alla pisana

social

Piatti regionali, l'acquacotta toscana: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento