Cascina: chiude il centro accoglienza La Tinaia

E' stato il sindaco Susanna Ceccardi a dare l'annuncio in conferenza stampa. Gli ospiti della struttura saranno trasferiti in altri centri della provincia

Il centro della Tinaia (foto Ansa)

Chiude il centro di accoglienza de La Tinaia a Cascina. A dare l'annuncio con una conferenza stampa sul posto stamani, 24 agosto, è stato il sindaco di Cascina Susanna Ceccardi.

"Oggi è un giorno storico - ha detto l'esponente leghista - stamattina è stato notificato dalla Prefettura al gestore il provvedimento di immediata chiusura del centro La Tinaia. Si prende atto in questo provvedimento con i pareri allegati di Asl, Vigili del Fuoco e Vigili Urbani di una situazione igienico-sanitaria assolutamente insostenibile. Noi lo diciamo da tempo, non solo a parole ma con atti concreti. Finalmente la Prefettura prende atto di questa situazione".

Per la revoca la prefettura agirà secondo atti e prerogative proprie. Si dice nel provvedimento, ha letto Ceccardi, che "la Prefettura si riserva in ogni caso di verificare a suo insindacabile giudizio l'idoneità delle strutture", con possibilità di "esclusione in qualunque fase del procedimento" in merito all'affidamento della struttura. "In passato - ha aggiunto il sindaco - sono state fatte anche sanzioni di qualche migliaio di euro per le condizioni igienico-sanitarie al gestore dalla Prefettura". Adesso i circa 40 ospiti della struttura saranno trasferiti in breve tempo in altri centri della provincia.

"L'emergenza accoglienza è finita - ha concluso il sindaco - i centri della provincia sono mezzi vuoti perché sono stati bloccati gli sbarchi. Questa struttura, che per i nostri uffici poteva tenere 23 persone, era arrivata ad averne più di 100. Ieri abbiamo visto topi, morti e vivi; i bagni non funzionano; le tubature delle fogne colavano sui letti. Era questo il sistema di accoglienza voluto dalla sinistra. Per 35 euro al giorno la struttura poteva far guadagnare più di un milione di euro l'anno e queste erano le condizioni. E' stata una battaglia iniziata più di due anni fa quando si era opposizione, a fianco dei residenti. E' quindi una vittoria per Cascina, per i residenti. Grazie ai vigili ed agli uffici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ha commentato su Facebook anche il deputato della Lega e assessore Edoardo Ziello: "Come avevamo promesso abbiamo chiuso il centro profughi la Tinaia di Cascina. Un abbraccio ai gufi del PD che dicevano che non ce l’avremmo mai fatta. #PrimaGliItaliani".

Nardini (Pd): "No a strumentalizzazioni"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

Torna su
PisaToday è in caricamento