Coronavirus: chiusi uffici e sportelli comunali di attività non essenziali

Nuova ordinanza del sindaco di Pisa Conti. Stanziati anche 189mila euro dal fondo di riserva del bilancio per fronteggiare l'emergenza

In seguito alle nuove disposizioni urgenti per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus previste dal decreto di ieri 11 marzo 2020, il sindaco di Pisa Michele Conti ha predisposto una nuova ordinanza contingibile ed urgente per disporre la chiusura di uffici e sportelli comunali che non svolgono servizi essenziali. Nella giornata di oggi si è anche tenuta una Giunta straordinaria per deliberare un prelevamento dal fondo di riserva del bilancio comunale, pari a 189mila euro, per avere somme a disposizione per gestire l'emergenza Coronavirus.

"Nella Giunta straordinaria di oggi tenuta in Sala delle Baleari per rispettare le distanze di sicurezza - ha spiegato il sindaco Michele Conti - abbiamo deliberato un prelevamento dal fondo di riserva per spese relative all’emergenza Coronavirus. Una cifra, poco meno di 200mila euro, che l’amministrazione avrà a disposizione da destinare a servizi per la cittadinanza in caso di necessità, per finanziare misure straordinarie di prevenzione della salute e di protezione civile o volte ad assicurare lo svolgimento dei servizi minimi essenziali".

L’ordinanza dispone, a partire da domani, misure organizzative degli uffici comunali che prevedono l’individuazione dei servizi strettamente funzionali alla gestione dell’emergenza e di servizi indifferibili, per garantire risposte alla cittadinanza e nel contempo limitare la presenza dei dipendenti sul luogo di lavoro. Il provvedimento è successivo all’adozione delle procedure per l’effettuazione del lavoro agile, nonché alle azioni per il contenimento della presenza del personale in servizio negli uffici comunali. Fra le attività necessarie per la gestione dell’emergenza sono state individuate: le attività di Protezione Civile, le attività della Polizia Municipale, le attività di supporto tecnico-amministrativo al Sindaco e al Segretario Generale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra i servizi indifferibili, oltre quelli utili per il funzionamento dell’ente, si annoverano: servizi anagrafe e stato civile, servizi cimiteriali, servizi per assicurare l’acquisto e la disponibilità di beni, servizi collegati al protocollo, alle notifiche e all’Ufficio relazioni con il pubblico, servizi collegati all’emergenza abitativa, servizi collegati all’esercizio, di attività commerciali, economiche e produttive; servizio di gestione ambientale e servizi di controllo sul territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento