Emergenza Coronavirus, a Vecchiano chiusa l'area della Bufalina fino al 3 maggio

Il sindaco Massimiliano Angori ha firmato una nuova ordinanza che proroga il divieto di accesso al mare e alle aree verdi pubbliche fino al 3 maggio, in attesa dell'avvio della Fase 2

Il sindaco di Vecchiano, Massimiliano Angori, ha prorogato fino al prossimo 3 maggio le misure finalizzate a contrastare la diffusione a livello locale del contagio da Covid19. Nella nuova ordinanza firmata oggi, sabato 18 aprile, è stato aggiunto il divieto di circolazione carrabile e pedonale nell'area della Bufalina, "al fine di prevenire assembramenti in vista anche delle giornate festive come il 25 aprile e il 1 maggio" sottolinea il sindaco di Vecchiano. "Anche queste festività, in questa straordinaria emergenza che stiamo vivendo, non devono infatti consentire di allentare la presa, dopo i sacrifici fatti sino a qui. Chiedo pertanto a tutti i cittadini di rispettare le prescrizioni, a beneficio della salute di ciascuno di noi e dei nostri cari". Ecco di seguito riassunte le nuove disposizioni:

- divieto di circolazione di veicoli ogni giorno dalle 8 alle 20 verso il litorale vecchianese, fatta eccezione per i residenti (Via del Mare, Via di Pratavecchie e Via XXV Aprile, Via del Balipedio da Torre del Lago, Viabilità carrabile e pedonale dell’area della Bufalina);
- divieto di accesso, eccetto i residenti, dalle 8 alle 20 ai percorsi collinari, tra cui: Via del Santuario, Via di Bruceto, Via delle Felci, Via del Casone, Via di Legnaio, Via del Roncile, Via Filicosi, Via Concetto Marchesi, Via delle Muracce;
- divieto di accesso dalle 8 alle 20 ai percorsi lungo l’argine del Fiume Serchio;
- divieto di accesso e di utilizzo delle aree gioco comunali presenti nelle zone di verde pubblico attrezzato;
- divieto di accesso e di utilizzo delle aree sportive, o per consuetudine dedicate alla pratica sportiva;
- sospensione su tutto il territorio comunale di tutte le tipologie di gioco lecito anche all'interno delle rivendite di tabacchi e similari.

E’, inoltre, confermato fino al prossimo 3 maggio anche il divieto di accesso ai cimiteri comunali: gli addetti ai servizi cimiteriali sono comunque al lavoro per garantire le necessarie operazioni di sepoltura e le attività di manutenzione e decoro delle strutture. I riti funebri si svolgono regolarmente, con un numero limitato di persone, e a distanza interpersonale di sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Benchè buona parte della cittadinanza si attenga alle regole comunali e alle prescrizioni governative finalizzate a limitare a motivi indispensabili gli spostamenti per contenere la diffusione del contagio da Covid19, è necessario ancora non abbassare la guardia, per cercare di arrivare in maniera disciplinata alla cosiddetta Fase 2" afferma Angori. "Restano pertanto valide, tra le altre, le limitazioni inerenti il mercato settimanale e l'accesso ai cimiteri comunali, per avere modo di riorganizzare una graduale riapertura, in base anche alle norme nazionali e regionali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento