Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Castelfranco di Sotto

Castelfranco di Sotto: Comuni e Provincia vicini ai lavoratori del calzaturificio Lorbac

Sono circa un centinaio i lavoratori che saranno colpiti dalla decisione di chiusura annunciata dall'azienda. Dopo l'incontro in Regione, i Comuni del Comprensorio e la Provincia di Pisa hanno deciso di convocare i Consigli davanti all'azienda

I Comuni appartenenti al distretto del Cuoio e la Provincia di Pisa decidono di fare un fronte comune nella vicenda Lorbac, il calzaturificio di Castelfranco che ha deciso di cessare la propria attività. La iniziativa più evidente di questa decisione di agire in maniera unitaria è la prossima convocazione dei consigli comunali e provinciale in maniera congiunta davanti i cancelli della fabbrica di via Solferino.

E’ questo quanto emerso nel corso dell’incontro che si è svolto martedì pomeriggio con la presenza del presidente della Provincia Andrea Pieroni, gli assessori al lavoro Anna Romei ed allo sviluppo economico Graziano Turini, i sindaci di Montopoli Alessandra Vivaldi, Santa Croce, Osvaldo Ciaponi, Fucecchio, Claudio Toni, gli assessori allo sviluppo economico di San Miniato Giuditta Giunti e Santa Maria a Monte Roberto Michi, oltre, al vicesindaco di Castelfranco, Gabriele Toti.

E’ stata ribadita l’unanime preoccupazione per la cessazione dell’attività di un'azienda storica del territorio, operante dal 1971 e che riveste una importanza non solo in ambito comunale, ma dell'intera zona del comprensorio e della nostra Provincia. I numeri degli occupati confermano la convinta volontà di seguire tutta questa vicenda con la massima attenzione: 63 dipendenti diretti, 19 lavoratori a domicilio oltre a una trentina di persone dell’indotto.

I Comuni e la Provincia hanno espresso la più convinta e totale vicinanza a questi lavoratori. "Lavoreremo con tutti i soggetti interessati, dipendenti, organizzazioni sindacali, istituzionali per far fronte alla difficile situazione - affermano i rappresentanti degli enti - mentre riconosciamo molto positivamente l’attenzione posta dalla Regione con l’incontro svoltosi lunedì scorso, non possiamo che esprimere profonda preoccupazione e condannare il metodo con cui si è giunti alla affermazione di chiusura della azienda senza il necessario coinvolgimento dei soggetti istituzionali e sindacali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco di Sotto: Comuni e Provincia vicini ai lavoratori del calzaturificio Lorbac

PisaToday è in caricamento