Cronaca Tirrenia

Chiude in anticipo il Cinema Ciak di Tirrenia: in dubbio la prossima stagione

La decisione sofferta è stata presa dai gestori dell'arena estiva di Tirrenia che, oltre ad una calo del pubblico e agli alti costi sostenuti, hanno dovuto fare i conti anche con episodi di teppismo che hanno danneggiato le strutture

La crisi e un meteo capriccioso hanno dato il colpo di grazia al Cinema Ciak di Tirrenia che ha sospeso la programmazione con una settimana di anticipo.

D'altra parte sono tempi duri per il cinema in generale e per le arene estive in particolare, una stagione meteo inclemente ha scoraggiato una buona parte del pubblico a passare le serate estive all'aperto, in aggiunta, vera ciliegina su questa amara torta, episodi di puro teppismo hanno danneggiato le strutture allestite per decorare il Cinema Ciak, un tempo immerso nella pineta e da qualche anno reso 'nudo' dall'abbattimento di tutti gli alberi che lo circondavano. Se a tutto questo sommiamo la scomparsa della pellicola e il conseguente passaggio al digitale (l'acquisto di videoproiettore, server e apposito schermo comporta una spesa intorno ai 60/70.000 euro) ecco che ne esce un bilancio sconfortante, difficile da sostenere solo con gli introiti dei biglietti in costante calo. 

E' una vera sconfitta per Tirrenia, una volta città del cinema, legata al Ciak da un rapporto che va avanti da oltre 20 anni. Ma, purtroppo, si tratta di una scelta inevitabile per degli imprenditori privati, come sono Alfea Cinematografica e il Cineclub Arsenale, che da anni gestiscono il cinema.

Una chiusura resa ancor più amara dall'incertezza sul futuro del Cinema Ciak, di cui, al momento, non è garantita la riapertura per il prossimo anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude in anticipo il Cinema Ciak di Tirrenia: in dubbio la prossima stagione

PisaToday è in caricamento